Horizon Forbidden West avrà NPC unici e con una personalità grazie a un nuovo sistema

Lo studio di Horizon Forbidden West ha una particolare attenzione ai dettagli.

Il team dietro Horizon Forbidden West ha condiviso uno spaccato del prossimo sequel e ha rivelato cosa ha reso i suoi NPC così realistici. In un post sul blog ufficiale di PlayStation, un certo numero di sviluppatori che lavorano su Horizon Forbidden West hanno rivelato fino a che punto il team si è spinto per rendere gli NPC che Aloy incontrerà non solo autentici, ma migliori di quanto non fossero in Horizon Zero Dawn.

Parlando delle tribù presenti nel gioco, Annie Kitain, che lavora come scrittrice senior presso Guerilla, spiega: "All'inizio di un progetto, abbiamo pensato molto a ogni tribù che incontreremo, quali sono i loro conflitti, come si inseriscono nella storia e come interagiscono con il mondo che li circonda".

Confrontando l'NPC con il modo in cui appaiono in Horizon Zero Dawn, il progettista leader del mondo vivente Espen Sogn spiega "dove in precedenza hai visto una persona in piedi di fronte a una fucina, ora si impegneranno attivamente con ciò che li circonda: si muovono, sono appoggiati ai muri, bevono dalle tazze, parlano con gli amici e vivono semplicemente la loro vita quotidiana. Si muovono ed esistono con uno scopo".

Steven Lumpkin, senior designer di Horizon Forbidden West ha fatto eco a queste affermazioni aggiungendo: "Abbiamo costruito un ecosistema che premia il giocatore per essersi impegnato profondamente con l'intero mondo di Horizon Forbidden West pur rimanendo amichevole per coloro che vogliono rimanere concentrati sulla narrativa principale".

Vi ricordiamo che Horizon Forbidden West sarà disponibile su PlayStation 4 e PlayStation 5 il 18 febbraio.

Fonte: Kotaku

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (2)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza