Horizon Forbidden West, nuove informazioni sui combattimenti e sui nemici del gioco

Come combattere al meglio i nemici di Horizon Forbidden West? Ce lo spiega Guerrilla.

In un lungo post sul blog di PlayStation, Guerrilla Games continua a pubblicare notizie e dettagli su Horizon Forbidden West. Questa volta il team di sviluppo si concentra sui combattimenti e su come sconfiggere i nemici che daranno del filo da torcere ad Aloy. Potrebbero esserci degli spoiler su Horizon Zero Dawn, perciò se non avete giocato al primo capitolo non proseguite nella lettura.

Con Horizon Forbidden West, il team di Guerrilla ha voluto migliorare notevolmente le meccaniche dei combattimenti di Horizon Zero Dawn, aumentando al tempo stesso la libertà e la possibilità di scelta durante gli scontri nell'open world. "Aloy è una combattente scaltra e agile", afferma Charles Perain, progettista dei combattimenti. "In Horizon Forbidden West, gli strumenti a sua disposizione offrono un'ampia varietà di tattiche per ingaggiare avversari fisicamente più forti, da umani corazzati a Macchine di enormi dimensioni".

"Le modifiche apportate ai combattimenti non snaturano l'identità di Aloy. Innanzitutto, volevamo rendere il gameplay più profondo e premiare l'abilità dei giocatori inserendo novità come combo in mischia e Cariche valorose. Dedicando un po' di tempo al perfezionamento delle proprie abilità di combattimento, si possono trovare metodi sempre più efficienti e spettacolari per sbarazzarsi dei nemici. In secondo luogo, volevamo andare incontro a vari stili di gioco per incrementare ulteriormente la libertà di scelta. Tramite nuove armi e nuovi abiti da potenziare presso i banchi da lavoro, i giocatori possono adattare le proprie tattiche. Infine, volevamo creare nemici impegnativi che incoraggiassero i giocatori a usare l'intero repertorio di abilità. Nuovissime Macchine e nemici umani molto progrediti continueranno ad alzare l'asticella durante tutto il gioco!"

Il team IA ha dato un grande contributo al miglioramento del sistema di combattimento, soprattutto per aumentare il livello di sfida. Il capo programmatore IA Arjen Beij conferma: "Abbiamo reso i nemici più autentici dotandoli di movimenti più fluidi e realistici, per esempio quando loro (o i compagni di Aloy) attraversano terreni irregolari. L'IA di Horizon Zero Dawn era già in grado di adattarsi dinamicamente alla conformazione del terreno, ma ora le sue routine comportamentali prevedono anche la possibilità di saltare e arrampicarsi. Durante il gioco, l'IA è capace di cercare scorciatoie, mentre in passato si sarebbe limitata a compiere lunghe deviazioni."

"Un altro esempio è il fatto che ora molte Macchine possono nuotare e addirittura immergersi per seguire Aloy sott'acqua. I nemici anfibi possono anche tuffarsi o emergere dall'acqua con salti che, se siamo così sfortunati, sono combinabili con degli attacchi."

Il set di abilità è stato interamente rivisto e ora include molte nuove abilità che promuovono e migliorano vari stili di gioco, o combinazioni degli stessi. Dal punto di vista delle animazioni, queste maggiori possibilità per Aloy e i suoi nemici hanno messo il team di fronte a sfide inedite. "Studiamo in modo approfondito l'anatomia e i movimenti di ogni personaggio", spiega Richard Oud. "Pur essendoci enormi differenze tra animare un umano o una Macchina, in entrambi i casi le nostre finalità come animatori sono sostanzialmente simili."

"Il primo obiettivo è la chiarezza. Progettiamo ogni umano o Macchina intorno a una specifica funzione di gioco che gli animatori devono comunicare al giocatore tramite azioni, posture e movenze. Usiamo forme e comportamenti facilmente riconoscibili, che permettono di anticipare una mossa nemica o di reagirvi. Calibrando il tempismo di questi movimenti, creiamo delle finestre d'opportunità per attaccare, parare o scappare, ma andiamo anche a dare un tocco di personalità alle stesse animazioni".

"Poi bisogna considerare le azioni del giocatore e le reazioni dei nemici. Lavoriamo a stretto contatto con i progettisti di gioco per garantire meccaniche divertenti e stimolanti, senza compromettere l'autenticità dei personaggi. Generalmente i nemici si prendono qualche istante per mostrare le proprie intenzioni, affinché il giocatore possa rispondere in modo (quasi) immediato all'input ricevuto".

"Infine lavoriamo su flusso e ritmo, sia per i nemici umani sia per quelli meccanici, per rendere più interessante lo scenario della battaglia. Per esempio, possiamo intervenire su fattori come gittata (corta o lunga), direzione (approccio laterale, di fianco, dall'alto, ecc.), velocità/tempismo (attacchi rapidi o lenti) e potenza (colpi leggeri o pesanti)".

"Possiamo anche sottrarci al combattimento nascondendoci e sgattaiolando via. Quando il nemico non ci trova nel punto in cui si aspettava di sorprenderci, inizia a cercare nei paraggi. I nemici umani si raggruppano e battono la zona sotto la guida di un leader che impartisce gli ordini e coordina gli sforzi. In questi casi, animazioni e dialoghi contestuali aiutano il giocatore a intuire le loro prossime mosse". Insomma, esistono molti modi per approcciarsi ai nemici dell'Ovest Proibito.

Non basta che i combattimenti siano chiari e visivamente leggibili: anche il team audio di Guerrilla è centrale nel rendere più realistiche queste epiche battaglie. Per il progettista audio senior Pinar Temiz, le Macchine, i nemici inconfondibili del mondo di Horizon, devono "suonare" nel mondo giusto.

"La sfida più grande è stata bilanciare i suoni caratteristici delle Macchine di Horizon Zero Dawn con la novità e la complessità degli scenari dell'Ovest Proibito e delle Macchine che li popolano. In questa nuova frontiera abbiamo Macchine con animazioni ancora più espressive e funzioni specifiche, cosa che ha richiesto una progettazione audio più dettagliata. Partendo dai traguardi raggiunti nel primo gioco, abbiamo creato una nuova gamma di suoni per caratterizzare ogni Macchina e renderla coerente con il resto del mondo di Horizon".

"Le Macchine emettono suoni caratteristici che aiutano il giocatore a distinguerle e a capire, per esempio, se attaccano da lontano o a distanza ravvicinata. Gli attacchi in mischia sono comunicati da un suono caratteristico che culmina al momento dell'impatto, mentre quelli a distanza sono riconoscibili dal suono di caricamento dell'arma o dal sibilo dei proiettili. Soprattutto nelle battaglie contro più di una Macchina, questi indicatori sonori attirano l'attenzione del giocatore verso l'attaccante o il pericolo più immediato, permettendogli di reagire tempestivamente."

Oltre ai suoni, ci sono altri aspetti che rendono le Macchine dell'Ovest Proibito più grandiose e minacciose che mai. "Il team ha fatto molte ricerche per definire la personalità di fondo e i tratti caratteristici di ogni nemico, anche questo per rendere il mondo più autentico e coinvolgente possibile. Di solito, iniziamo da uno schema generale che riassume punti di forza e debolezze del nemico, elencando parole chiave e caratteristiche che lo contraddistinguono. Poi ci mettiamo a studiare documentari, film, enciclopedie, fumetti, illustrazioni e qualsiasi altro materiale utile per inquadrare meglio la natura del personaggio".

Aloy non si limita ad affrontare moltissime Macchine minacciose nell'Ovest Proibito: deve anche fare i conti con nuovi e più numerosi nemici umani. Tra questi ci sono i ribelli di Regalla, una fazione della tribù Tenakth. Questo ha portato Guerrilla a ideare un sistema di combattimento più articolato per gli scontri contro gli umani, includendo nuove classi di avversari con comportamenti e funzioni specifiche.

"Volevamo che i combattimenti contro gli umani fossero profondi e appaganti come quelli contro le Macchine. Per questo, abbiamo arricchito il sistema di combattimento e aggiunto molta più varietà alla gamma dei possibili incontri con avversari umani. I giocatori possono ingaggiarli con lo stile che preferiscono, improntato al combattimento a distanza oppure ravvicinato. L'alternanza tra questi diversi approcci ci ha permesso di inserire molte animazioni di transizione che risultano fluide e reattive".

Malgrado tutti i pericoli in agguato nell'Ovest Proibito, Aloy ha molte occasioni per equipaggiarsi e prepararsi ad affrontare i nemici più insidiosi. Spetta a voi decidere come affrontare ogni situazione sfruttando le vostre abilità, l'ambiente e le indicazioni fornite dallo stesso mondo di gioco.

"Ci sono molti modi in cui i giocatori possono prepararsi a combattere", afferma il team. "Equipaggiando Aloy con gli abiti e le armi più efficaci, per esempio, o usando il banco da lavoro per potenziare l'attrezzatura e sbloccare bonus, specialità e tipi di munizioni. Come in Horizon Zero Dawn, la meccanica di scansione è utile per evidenziare i punti deboli degli avversari e le loro routine di movimento. Poi è importante creare pozioni e tenere le sacche ben rifornite, qualora le cose volgessero al peggio. Infine, i nuovi strumenti per l'esplorazione degli scenari possono essere combinati con le meccaniche di combattimento per esibirsi in azioni spettacolari!".

"Di fronte ad avversari ben più numerosi, ogni giocatore deve ingegnarsi per capire come superare la sfida posta da ciascuno di essi. Caratterizzate da movimenti e attacchi specifici, le Macchine sono nemici formidabili ma sempre gestibili per i giocatori pronti ad assumere il controllo della situazione e ad adattare le proprie tattiche per vincere. Il combattimento in mischia è stato migliorato di molto e, in combinazione con la meccanica dell'Esplosione risonante, permette di mettere insieme devastanti attacchi in sequenza."

Fonte: PlayStation Blog

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (8)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza