Nvidia CMP 170HX, la GPU pensata per il mining di criptovalute costicchia $4.400

Un rivenditore di Dubai vende la GPU Nvidia ad una cifra...notevole

Quando il mining di criptovalute ha guadagnato popolarità, c'è stata una vera e propria rivoluzione. Chiunque abbia una semplice scheda grafica può trasformarsi in un miner. Certo, l'utente "medio" non raggiungerà mai la redditività di una vera mining farm, ma è chiaro che questa pratica attira molti. Insieme alla carenza di componenti, i criptominer sono la causa principale delle scorte di GPU e dell'aumento dei prezzi.

Nvidia ha deciso qualche mese fa di limitare le prestazioni delle sue schede grafiche in termini di mining e di lanciare una propria gamma dedicata. E' nato il CMP, in grado di estrarre Ethereum alla velocità di due RTX 3090. Oggi, il fiore all'occhiello di questa gamma, il CMP 170HX, fa la sua comparsa presso i rivenditori. E il minimo che possiamo dire è che il mining di criptovalute non è neanche lontanamente accessibile come si potrebbe pensare.

Il rivenditore con sede a Dubai Vipera è il primo ad offrire in vendita il CMP 170HX. Basti dire che il prezzo è assolutamente esorbitante: bisogna spendere 4.435 dollari, ovvero circa 3.800 euro per acquistare la scheda grafica che è disponibile in 854 unità.

gpu

NVIDIA vende CMP 170HX con una garanzia del produttore di un anno e dovrebbe essere limitata ad un anno solo, dato che il mining di criptovaluta stressa moltissimo le GPU.

Fonte: Wccftech

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Claudia Marchetto

Claudia Marchetto

Redattore

Contenuti correlati o recenti

PlayStation ha già pronto un 'suo' Xbox Game Pass: il report di Jason Schreier

Sony sta cominciando ad affrontare il competitor con un modello molto simile al Game Pass.

PlayStation Game Pass? 'Non aspettatevi le grandi esclusive Sony al day one come su Xbox'

Jason Schreier ci tiene a fare chiarezza sul 'Game Pass' di Sony.

The Game Awards 2021: Activision esclusa dallo show dopo gli scandali e le notizie di abusi e molestie

'Non c'è spazio per gli abusi': il 'no' categorico dei The Game Awards contro Activision.

Articoli correlati...

Commenti (0)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza