PlayStation VR 2 analizzato da Digital Foundry. È la next-gen della realtà virtuale?

Digital Foundry ci parla in modo più approfondito di PlayStation VR 2.

PlayStationVR 2 è ora ufficiale e sembra estremamente eccitante per quanto riguarda il futuro della VR secondo Richard Leadbetter di Digital Foundry.

Le specifiche di PSVR 2 rivelano un visore che spinge oltre i confini in molte direzioni, basandosi in modo significativo sui successi del primo PSVR, migliorando radicalmente la fedeltà visiva, aumentando l'immersione e liberando la piattaforma dal complicato set-up che si è rivelato frustrante per i possessori di PS4. "Su quest'ultimo punto, PSVR2 dovrebbe essere letteralmente plug and play: nessuna fotocamera esterna, nessuna combinazione di vari cavi USB e HDMI - tutto avviene tramite USB-C, il che significa che PSVR 2 dovrebbe semplicemente collegarsi direttamente alla parte anteriore della console".

"La mancanza di una fotocamera esterna o di qualsiasi altro tipo di attrezzatura di tracciamento extra è dovuta al fatto che Sony ha preso in considerazione Oculus, utilizzando il tracciamento inside-out per offrire un'esperienza più immediata e intuitiva, con quattro telecamere interne. Ci aspetteremmo comunque che al giocatore venga richiesto di allestire un'area di gioco in una sequenza di calibrazione iniziale, ma oltre a ciò, dovrebbe essere semplice. Forse la notizia migliore è che i nuovi controller VR sembrano seguire molto da vicino il design di base di Oculus Touch, che consideriamo la migliore interfaccia VR in circolazione. Questi si connettono tramite Bluetooth e ci aspetteremmo di vederli inclusi nella confezione. Ciò potrebbe presentare implicazioni sui costi, ma in base alle specifiche, sembra che Sony non stia risparmiando sulle spese (realistiche)".

"Questo inizia con il display interno. Dopo i 960x1080 per occhio del primo PSVR, Sony ha quasi quadruplicato la risoluzione con 2000x2040 per occhio con il suo successore. Non solo, ma ha anche deciso di restare con i display OLED in un momento in cui molti fornitori di HMD, incluso Oculus, hanno invece effettuato il downgrade a LCD. OLED offre un contrasto eccellente, ma apre anche le porte al supporto HDR. Non c'è alcuna indicazione di quanto sarà efficace l'HDR".

Sony ha mantenuto lo stesso supporto a 90Hz e 120Hz per il pannello del primo PSVR in quanto questo apre una gamma di opzioni. Gli sviluppatori possono puntare ai giochi a 90 fps o spingere di più per un aggiornamento completo a 120 fps. Tuttavia, la modalità a 120 Hz apre anche le porte all'esecuzione di giochi a 60 fps.

Sony ha anche incluso nuovi controller con il feedback aptico e i grilletti adattivi. Secondo Digital Foundry, queste feature del DualSense hanno "più senso nella realtà virtuale, dove la manipolazione degli oggetti dovrebbe sembrare molto più "reale"".

Il campo visivo è ora ampliato a 110 gradi rispetto ai circa 100 gradi del primo PSVR, un punto delle specifiche che mette il nuovo visore in alto con tutti gli HMD per PC tranne quelli con le specifiche più elevate. "Un'altra deliziosa sorpresa è il supporto per l'eye-tracking, con due videocamere interne che monitorano le tue pupille per vedere esattamente dove stai guardando. Funziona di pari passo con il "foveated rendering", che è il processo mediante il quale la risoluzione del rendering è più alta dove mette a fuoco l'occhio, con una risoluzione che diminuisce nella visione periferica. Resta da vedere come verrà implementato".

"In definitiva, da quello che abbiamo visto finora, le specifiche sono eccellenti. Eleva le nostre speranze che le esperienze VR di fascia alta possano essere dietro l'angolo. Guardando indietro, speravamo di vedere Half-Life Alyx dare il via a una nuova era di esperienze VR all'avanguardia, ma non è mai successo. Forse l'arrivo di PSVR2 combinato con una base installata di PS5 di dimensioni ragionevoli potrebbe fare la differenza".

"E onestamente, lanciare PSVR2 con un porting del capolavoro VR di Valve sarebbe un colpo di genio - e sarebbe nell'interesse di tutti i fan utilizzare questo gioco per inviare un segnale su ciò che un sistema VR di fascia alta potrebbe offrire. Così com'è, Sony ha scelto di offrire il più piccolo dei teaser con Horizon Call of the Mountain per dare un'idea di cosa offrirà PSVR2".

Inoltre, secondo DF "un prezzo di $399 sembra ottimo, mentre $499 sarebbe il limite assoluto. D'altra parte, Oculus Quest 2 è attualmente in vendita a $299, include controller VR e integra un intero mini-computer - qualcosa di cui PSVR2 non avrà bisogno".

Un'altra questione importante riguarda la retrocompatibilità con la libreria di PSVR. "Da un lato, dobbiamo ricordare che PlayStation 5 è già compatibile a livello hardware con gli headset esistenti, quindi potrete continuare a giocare. Tuttavia, sarebbe bello giocare a questi giochi legacy con headset più moderni. Il supporto del display a 90Hz/120Hz, il totale rinnovamento del tracciamento, insieme a controller molto, molto diversi, suggeriscono che potrebbe essere un po' troppo aspettarsi che i vecchi giochi funzionino sul nuovo kit. Si tratta di un dispositivo costruito pensando al futuro della realtà virtuale e non vediamo l'ora di vedere cosa ha in serbo per noi Sony".

Fonte: Eurogamer.net.

Vai ai commenti (19)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (19)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza