Logan Paul ha acquistato carte Pokémon per un totale di $3,5 milioni ma sarebbero tutte false!

Le carte Pokémon acquistate sono false? La possibile tegola per Logan Paul.

Logan Paul ha chiuso il 2021 con un'acquisizione che ogni fan di Pokémon e del suo gioco di carte ha sognato di fare: l'acquisto di una scatola chiusa di carte di prima generazione. Il collezionabile non era affatto economico, in quanto lo youtuber ha speso 3,5 milioni di dollari.

L'oggetto desiderato sta tornando a far parlare di sé, ma per una ragione che sicuramente ha preoccupato Logan Paul. I collezionisti di TCG affermano che la scatola in questione è un falso e che il creatore del contenuto è stato truffato per una cifra milionaria. La comunità ha deciso di trovare e raccogliere prove per dimostrare che Logan Paul potrebbe essere stato fuorviato. PokéBeach ha pubblicato un'indagine su questo e, a quanto pare, c'è la possibilità che la truffa sia reale.

PokéBeach avverte di incongruenze e movimenti dubbi durante la vendita della scatola che è stata inizialmente effettuata in un'asta di eBay. Il venditore "number1pokemonmaster" ha attirato l'attenzione poiché ha cambiato il suo nome poco prima dell'inizio dell'asta, questo dopo che la community ha iniziato a indagare sul suo profilo. I collezionisti pensano che la vendita sia stata piena di punti oscuri, in quanto credono che un intenditore non offrirebbe un oggetto di quella rarità in un negozio online, poiché andrebbe direttamente in una casa d'aste, dove c'è un migliore controllo del prodotto e delle opportunità.

Inoltre, PokéBeach riferisce che il venditore ha raccontato diverse storie legate all'origine della scatola, poiché ha menzionato prima che si trattava di un regalo di compleanno, poi che l'ha acquistata da qualcuno in Canada e infine che l'ha trovata in una casa che ha comprato.

L'indagine e tutte le sue prove sono arrivate alle orecchie di Logan Paul, che ha affermato che farà qualcosa per dimostrare l'autenticità della scatola. Attraverso i suoi social, lo youtuber ha dichiarato che questo fine settimana la BBCE, la società che ha originariamente verificato la scatola, vaglierà il caso.

"Aggiornamento: sto volando a Chicago questo fine settimana per verificare il caso con BBCE, la società che ne ha assicurato l'autenticità" ha scritto Paul. Quindi è una questione di tempo per scoprire se il famoso content creator è stato truffato o meno.

Fonte: Kotaku

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (9)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza