Project L di Riot Games, nuovo video gameplay del picchiaduro nell'universo di League of Legends

Project L è ancora vivo e lo studio torna a mostrarlo.

Riot Games ha annunciato che la società stava lavorando a un gioco di combattimento chiamato Project L nel 2019. Il titolo è caratterizzato dai personaggi di Runeterra, l'ambientazione principale del franchise di League of Legends. Dopo il suo annuncio iniziale, Project L è sparito dai radar senza che siano state rivelate nuove informazioni fino ad oggi.

Riot Games ha pubblicato il primo sguardo approfondito a Project L, mostrando più filmati di gioco e rivelando maggiori dettagli. Gli sviluppatori Tom Cannon e Tony Cannon affermano che il gioco sarà un picchiaduro "assist-based". Ciò significa che i giocatori saranno in grado di controllare due personaggi durante ogni partita, con uno di loro che potrà essere evocato nei combattimenti come assistenza. È una meccanica simile a quella vista in Marvel vs. Capcom.

Gli sviluppatori stanno adottando per il gioco un "approccio facile da imparare, difficile da padroneggiare", il che significa che il team ha intenzione di rendere i personaggi facili da controllare subito, ma coloro che si sforzeranno troveranno di più oltre il gameplay a livello base. Il video ha anche mostrato come sarà il personaggio Ekko.

Tom e Tony hanno anche annunciato che il gioco avrà un nuovo sistema per rendere l'online il più fluido possibile. I due hanno anche affermato che il gioco è lontano dall'essere completato e non uscirà nel 2021 o nel 2022. Ma promettono anche che non sparirà di nuovo e pubblicheranno ulteriori notizie in futuro.

Fonte: Gamepur.

Vai ai commenti (0)

Riguardo l'autore

Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Redattore

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (0)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza