Dragon Age 2: BioWare sorpresa dai fan

Le reazioni che non ti aspetti.

Che gli appassionati di Dragon Age non avessero gradito le novità introdotte nel secondo capitolo non è certo una novità.

Scelte come l'eccessiva linearità della storia, il minor numero di ambientazioni esplorabili (con un vistoso back-tracking) e la progressione più guidata dei personaggi non hanno fatto piacere ai fan, che si sono fatti sentire a gran voce da BioWare.

Nel corso di un'intervista concessa recentemente, il co-fondatore della software house di Edmonton, Ray Muzyka, è intervenuto sull'argomento per parlare delle reazioni del team alla quantità inaspettata di critiche

"Il nostro obiettivo è assimilare i feedback che riceviamo e usarli per rendere migliori i prossimi giochi. Dragon Age 2 ha polarizzato i commenti dei fan e questo ci ha colti di sorpresa", ha commentato Muzyka.

"Il gioco ha esercitato un certo fascino su una nuova base di utenti e ne siamo compiaciuti, ma abbiamo anche sentito di fan che volevano un'esperienza più vicina a quella di Origins".

Naturalmente, in chiusura, Muzyka ha affermato che il massimo per BioWare sarebbe far combaciare le esigenze di vecchi e nuovi fan, in modo da ottenere il miglior episodio nella saga. Un target prefissato già in vista dell'uscita del DLC Mark of the Assassin, in arrivo l'11 ottobre.

Vai ai commenti (15)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (15)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza