Epic critica i tagli nei credits di L.A. Noire

I riconoscimenti sono importanti e non costano nulla.

Mike Capps, presidente di Epic Games, ha parlato del taglio dei nomi di 130 programmatori dai riconoscimenti di L.A. Noire.

In un'intervista con IndustryGamers Capps ha dichiarato: "Penso che i riconoscimenti siano una cosa molto importante ed estremamente conveniente. Non costa nulla inserire nei credits un ragazzo che dopo tre anni di lavoro si è dovuto trasferire a Seattle prima del lancio del gioco perchè la madre si è ammalata".

"Qui in Epic, se qualcuno viene a programmare un gioco e non rimane fino alla fine (o se l'ultima parte è troppo complessa) lo menzioniamo comunque nei riconoscimenti come programmatore aggiuntivo, giusto per differenziarlo dagli altri programmatori. Lo facciamo perché non ci costa nulla e per una questione di cortesia".

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

PS5 e il costo della next-gen: il prezzo della console in un'indagine di mercato

I possibili prezzi delle versioni con e senza lettore.

PS4 viene costruita in soli 30 secondi dai robot di Sony

In una fabbrica giapponese solo 4 dipendenti, tutto il resto è completamente automatizzato.

Xbox Series X: annunciata ufficialmente la data dell'evento next-gen

Aspettiamoci vari nuovi annunci dagli studi first-party.

Catherine Full Body - recensione

Eros e thanatos arrivano anche su Switch.

Articoli correlati...

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza