id Software sulla connessione obbligatoria

"La cosa migliore per tutti".

id Software vorrebbe costringere tutti i giocatori ad essere costantemente connessi a internet mentre giocano. Sarebbe "la cosa migliore per tutti", ha detto il creative director Tim Willits durante il QuakeCon.

Blizzard ha dovuto affrontare un'ondata di rabbia inarrestabile quando ha annunciato che Diablo 3 non potrà essere giocato offline.

Secondo Willits la decisione di Blizzard rappresenterebbe un passo importante nell'evoluzione della percezione dei giochi che richiedono la connessione forzata.

"Diablo 3 farà accettare a tutti il fatto di dover essere per forza connessi", ha detto. Spiegando la propria visione delle cose Willits ha detto che questo approccio permetterà agli sviluppatori di migliorare i giochi senza infastidire i giocatori.

"In pratica è meglio per tutti", ha continuato. "Immaginate di prendere un gioco che si aggiorni automaticamente. O che sia capace di offrire ogni volta qualcosa di nuovo senza costringere a chiudere tutto e scaricare gli aggiornamenti. Le cose sarebbero automaticamente a disposizione".

"Sono un sostenitore della connessione obbligatoria. Io sono sempre connesso. I nostri fan sono sempre online".

Vai ai commenti (17)

Giochi trattati in questo articolo

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti Ŕ un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (17)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza