'Videogiochi indie? Ormai 1 milione di dollari non basta e pochi vendono più di 100.000 copie'

Anche nel mercato indie i videogiochi iniziano a diventare costosi.

Sebbene i giochi indie siano inferiori ai grandi blockbuster AAA, la loro produzione sta diventando sempre più costosa e un budget fino a quattro milioni di dollari è la norma oggi, rivela il publisher di Chicory: A Colorful Tale e dell'imminente Tunic.

"I nostri budget sono assurdi", ha detto Rebekah Saltsman, che ha fondato Finji con suo marito, in un'intervista con IGN. "Cinque anni fa sono stata in grado di dire, 'Sì, posso fare un gioco da un milione di dollari', che era già pazzesco. Ora sembra più così: 'Non entreremo nel budget sotto i quattro milioni'. Questa è una quantità di denaro così grande che è una follia".

Saltsman ammette che un ulteriore problema per gli sviluppatori indie è la regola non scritta secondo cui i giochi indie dovrebbero costare tra i 10 ed i 20 dollari, perché i destinatari non vorrebbero pagare di più. Inoltre esiste anche una commissione per le piattaforme di distribuzione digitale, che di solito lascia sviluppatori ed editori ricavi per un totale del 70%.

Con un budget di $ 4 milioni o addirittura $ 2 milioni, 100.000 copie vendute non possono rimborsare i costi del progetto. E come dice Saltsman, ci sono "molto, pochissimi" giochi indie che raggiungono questo punteggio.

Fonte: IGN

Vai ai commenti (1)

Riguardo l'autore

Claudia Marchetto

Claudia Marchetto

Redattore

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (1)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza