Naughty Dog felice della direzione del film di Uncharted

Richard Lemarchand spiega il perché.

Uncharted potrebbe diventare il primo tie-in a funzionare davvero nella storia del complicato rapporto tra videogiochi e cinema. Almeno è questo il parere di Richard Lemarchand, co-direttore del team di designer al lavoro sulla serie che presto raggiungerà lo stato di trilogia.

"Siamo tutti impressionati, in Naughty Dog, dal livello di interesse che hanno dimostrato a noi e ad Amy Hennig (responsabile dei creativi, ndR). L'arrivo di Neil Burger è un ottimo segno, in tal senso, per la chiusura del progetto", ha dichiarato il grafico a proposito dell'assunzione di un nuovo regista.

L'abbandono di David O. Russell (The Fighter) aveva scosso il team al punto da mettere in discussione l'intera produzione; risollevata, è il caso di dirlo, dall'ingresso in squadra del talentuoso Burger, già noto agli appassionati per L'Illusionista e il recente Limitless.

"Siamo molto appassionati di film. Abbiamo dovuto studiare le tecniche del cinema molto attentamente per riuscire a creare questi giochi. Quindi sì, rimango eccitato riguardo al futuro della pellicola su Uncharted", ha poi concluso Lemarchand.

C'è da augurarsi, per Nathan Drake, una sorte migliore del povero Agente 47.

Il gioco è finalmente uscito. Qualora foste interessati a completarlo al 100%, vi invitiamo a consultare la nostra soluzione completa di Uncharted 3: l'Inganno di Drake!

Vai ai commenti (2)

Riguardo l'autore

Paolo Sirio

Paolo Sirio

Redattore

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (2)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza