Nintendo spiega perché non è interessata ai DLC a pagamento

"I consumatori meritano un'esperienza completa".

Nintendo sembrerebbe non aver aderito alla moda di proporre DLC a pagamento attraverso cui godere di un'esperienza completa sotto ogni punto di vista.

In un'intervista con AOL Games, Reggie Fils-Aime, presidente di Nintendo of America, ha detto di essere favorevole all'idea dei contenuti extra post-lancio, ma solo quando strettamente necessario e, soprattutto, non a pagamento.

"Siamo interessati nella misura in cui si riveli essere una cosa sensata per i giocatori", ha dichiarato.

"Abbiamo avuto questa conversazione con alcuni dei nostri producer e la loro risposta è stata: 'Reggie, quando vendiamo un gioco vogliamo che i consumatori ottengano un'esperienza completa'".

"Non siamo disposti a vendere una parte dei nostri giochi in un primo momento e a costringere gli utenti a comprare altri pezzi successivamente".

"Credo che i consumatori pretandano, giustamente, di ottenere l'esperienza completa in cambio dei propri soldi. Successivamente possiamo avere l'opportunità di espanderla per offrire qualcosa in più".

Nintendo ha offerto contenuti aggiuntivi per i suoi titoli più recenti, come i puzzle extra per i giochi del Professor Layton e le nuove sfide per Mario Wii. Tutto questo, però, è stato messo a disposizione dei giocatori gratuitamente.

Il prossimo aggiornamento del 3DS, che uscirà il mese prossimo, permetterà ai produttori di vendere i contenuti scaricabili.

"Il prossimo aggiornamento della console permetterà ai produttori di vendere contenuti aggiuntivi sia per i giochi in formato fisico che per quelli distribuiti in modo digitale", ha spiegato Fils Aime. "Il modo in cui questo si svilupperà dipenderà dai singoli produttori. In pratica stiamo solo creando un'infrastruttura in grado di gestire ogni situazione".

Vai ai commenti (12)

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (12)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza