Si procede con la causa tra EA e Activision

Fissata la data per il processo West/Zampella.

Un giudice ha respinto la richiesta portata avanti da Electronic Arts per l'annullamento della denuncia di 400 milioni di dollari da parte di Activision in merito alle presunte interferenze contrattuali che, lo scorso anno, avrebbero portato all'abbandono di Infinity Ward da parte dei co-fondatori Jason West e Vince Zampella.

Il giudice Elihu Berle sostiene che Activision ha prodotto prove sufficienti per andare avanti con il procedimento e portare il caso in aula. La prima udienza è stata fissata al 7 maggio 2012.

West e Zampella, che in seguito all'abbandono di Infinity Ward hanno fondato Respawn Entertainment e stretto accordi con EA, sono a loro volta in causa con Activision.

Vai ai commenti (3)

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (3)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza