Lo fanno molti giocatori e lo fa anche il sottoscritto: tra un titolo tripla A e l’altro, si va sempre a spulciare il Marketplace o il PS Store in cerca di quei titoli dal gusto retrò, capaci di farci riscoprire il piacere di meccaniche collaudate ed efficacissime oggi come allora. Però tutto cambia, tutto si trasforma, perché è necessario restare al passo con i tempi, ed ecco che i pixel degli shooter a scorrimento orizzontale vengono sostituiti da elementi tridimensionali e sfondi in full HD a 1080p.

Lo stesso è avvenuto in Soldner-X2: Final Prototype, ennesimo titolo con cui i ragazzi di SideQuest Studios ritornano alla ribalta sullo store online targato Sony. Sorvoleremo sulla trama poiché, come da tradizione del genere, si tratta unicamente di un pretesto per mettervi a bordo di una navicella spaziale e consentirvi di sparare a tutto ciò che si muove sullo schermo.

Se avete giocato il primo episodio, starete ancora pensando a quei livelli, visivamente splendidi ma incredibilmente lunghi, che più volte vi hanno portato al gameover. Himmelsturmmer era infatti un titolo specificamente pensato per una platea di coriacei hardcore gamer, dediti alla sfida compulsiva, all’high score supremo e… sì, anche alla frustrazione e al sacrificio.

1
La qualità della grafica è indubbiamente uno dei piatti forti del gioco.

Sotto questo punto di vista, il team di sviluppo ha pensato bene di optare per un approccio non meno coinvolgente ma sicuramente molto meno impegnativo. A livello normal il gioco è praticamente alla portata di chiunque, a meno che non sia abbia un rapporto occhio/mano al di sotto dei minimi sindacali. Ciò farà storcere il naso agli appassionati degli shooter “old school”, ma di certo apre le porte a tutta quella schiera di giocatori desiderosi solo di una buona dose di adrenalina col minimo sforzo.

Nei sette livelli che compongono la modalità in singolo, vi troverete pertanto dinnanzi alle ben note dinamiche tipiche degli shooter a scorrimento: si manovra la navicella con la levetta destra evitando il fuoco avversario e si fa fuoco eliminando tutto ciò che sbarra il nostro cammino, il tutto in un florilegio di luci, detonazioni e sfondi in continuo movimento, sia orizzontale che verticale.

SideQuest ha dimostrato di saper rimaneggiare adeguatamente i punti di forza del genere, implementando la giuste dose di variazioni alla formula di base. Sarà perciò possibile scegliere fra tre diverse navicelle (una dovrete però sbloccarla in modalità Challenges), ciascuna delle quali è dotata di un proprio specifico arsenale.