Assassin's Creed: Brotherhood - La Guida e la Soluzione Completa • Pagina 39

Piume, Glifi, VeritÓ e le prime missioni!

LE MISSIONI DI LEONARDO: MACCHINE BELLICHE

Questi ricordi iniziano tutti con l'uccisione di un sovrintendente templare che andrà eliminato in una zona sorvegliata. Le missioni sono tre: nella prima dovrete guidare una barca armata di frecce incendiarie, nella seconda una macchina volante dotata di bombe e infine nella terza un antenato dei moderni carri armati.

Completando tutte e tre le missioni sbloccherete i paracadute, che dopo la fine dell'ultima missione saranno acquistabili dai sarti.

Mina vagante

Una volta ucciso il sovrintendente templare la missione vi porterà fino al porto di Porta Metronia a Napoli.

Inizierete su un fiume, con due guardie su entrambi i lati e un architetto che dovete interrogare dall'altra parte della mappa. Non potete essere scoperti, altrimenti dovrete ripartire da capo.

Eliminate la prima guardia a sinistra con la balestra, oppure avvicinatevi nuotando sotto la superficie e assassinatela. Salite sul pontile a sinistra ed eliminate anche la seconda guardia e continuate sul lato sinistro fino a trovare Edoardo.

Adesso dovrete seguire l'architetto senza salire sulla sua gondola. Precedetelo e cercate di eliminare la prima guardia, quindi arrampicatevi a sinistra lungo il muro e seguite la barca stando sulle travi.

Continuate stando al sicuro sulle travi fino alla seconda porta, arrivati a quel punto precedete Edoardo, senza rischiare la desincronizzazione, fino alla terza barriera e uccidete la guardia seduta sulla panca con la balestra, quindi lasciatevi cadere e aprite la terza barriera (se aprirete i cancelli al posto delle guardie otterrete la sincronia totale).

Per l'ultimo tratto di galleria dovrete continuare a uccidere le guardie o a evitarle a seconda del momento. Ricordatevi che vi basterà immergervi per calmare subito la situazione ed evitare di allarmare le ronde.

Quando Edoardo si sarà congedato, dopo l'ultima porta, azionate la leva per aprirvi un passaggio. Da adesso in poi non è più obbligatorio rimanere occultati, ma ovviamente un approccio furtivo vi eviterà di avere a che fare con troppe guardie.

Nella stanza successiva, salite la scala a pioli a destra della porta, usate e travi per posizionarvi in alto sopra la guardia e uccidetela saltandole addosso. Il vostro obiettivo ora sarà distruggere i progetti e allagare il bacino dov'è contenuto il vascello da guerra di Leonardo.

Aprite la porta successiva e, dopo il filmato, ripulite velocemente la stanza dalle guardie presenti, quindi arrampicatevi e distruggete i progetti della macchina bellica.

Vicino ai progetti troverete il primo interruttore per allagare il bacino: dopo averlo azionato spostatevi sulle piattaforme sospese sopra la nave per arrivare al prossimo checkpoint. La zona è presidiata da guardie corazzate ma la balestra è più che sufficiente per prendersene cura. Adesso non vi resta che seguire il percorso intorno alla stanza per arrivare all'altro interruttore e allagare il bacino.

Salite a bordo del cannone navale e uscite in mare aperto. Il vostro obiettivo ora è incendiare le vele dei vascelli Borgia. Remate velocemente verso le navi mirando mentre la barca si muove ancora e fate fuoco sulle vele. Un buon punto per evitare i cannoni sono la poppa e la prua, lì dovrete badare solo agli archibugieri. Ci sono quattro vascelli e per ogni vascello ci sono tre vele: eliminati tutti gli obiettivi Ezio farà saltare la barca e la missione sarà conclusa.

Vai ai commenti (8)

Riguardo l'autore

Lorenzo Fantoni

Lorenzo Fantoni

Redattore

Dentro un rugbista di 110kg dedito agli stravizi, batte il cuore di nerd vecchio stampo con lo sguardo perennemente abbronzato da uno schermo, anche d'estate.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (8)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza