Battlefield 3

In viaggio a Parigi per scoprire la versione console.

Un rapido viaggio a Parigi ci ha permesso di partecipare all'evento organizzato da Electronic Arts per Battlefield 3 e Need for Speed: The Run.

Con la pancia piena di ghiottissime ciambelle degne di Homer Simpson, ci siamo dunque accomodati nell'area dove Karl Magnus Trodsson di DICE ha rivolto l'ennesimo elogio al Frostbite 2, motore grafico che sta permettendo al team di sviluppo di lavorare a un'esperienza bellica estremamente realistica.

Karl ci ha ricordato che oltre alle mappe enormi, Battlefield 3 offrirà anche ambientazioni urbane ristrette, come dimostra la nuova missione single player proposta per la prima volta in questa sede.

Mentre morivamo dalla voglia di mettere le mani sul pad per una bella prova su strada, la presentazione è andata avanti con una rapida panoramica sul Battlelog, che permetterà di seguire in tempo reale i progressi degli amici esattamente come accade nei social network.

Statistiche, veicoli preferiti, medaglie, e altro ancora: niente di nuovo, insomma. Il servizio sarà però completamente gratuito, visto che farà parte del pacchetto offerto da Battlefield 3.

La presentazione è poi proseguita con la demo della nuova missione single player, che tristemente si è piantata dopo pochi secondi. Fortunatamente, però, poco dopo abbiamo avuto modo di provare personalmente il livello in questione, chiamato Operation Guillotine, quindi possiamo descriverlo in modo dettagliato.

Si trattava di un'operazione notturna ambientata a Parigi, in cui la squadra d'assalto doveva avvicinarsi rapidamente a una serie di edifici, lanciare un flare con il mortaio e condurre un attacco per eliminare rapidamete la resistenza nemica e riunirsi al resto delle truppe.

Le luci e gli effetti particellari, in questa particolare situazione, ci sono sembrati davvero ottimi e dobbiamo dire di essere rimasti abbastanza soddisfatti dalla resa del gioco su console.

Non abbiamo potuto fare a meno di notare l'ovvio ridimensionamento grafico rispetto a quanto si è visto finora su PC, ma allo stesso tempo possiamo assicurarvi che il livello qualitativo generale è innegabilmente alto.

Gli effetti di luce e la gestione delle ambientazioni, vaste e articolate, è sembrato piuttosto convincente, e sotto un certo punto di vista questa missione, ambientata di notte, ci è sembrata molto furba, visto che sfruttava l'ottima illuminazione per sviare l'attenzione del giocatore dalle texture non sempre all'altezza e dai modelli poligonali dei soldati, palesemente meno dettagliati delle controparti PC.

Vai ai commenti (24)

Riguardo l'autore

Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Redattore

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (24)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza