Ci sono giochi di successo e altri che fanno la storia: anche se le differenze tra le due categorie potrebbero sembrare inesistenti, visto che spesso vengono confuse con la semplice capacità di essere ricordati dai posteri, esistono scelte di marketing che in un certo senso ne consacrano il valore artistico.

Qualche settimana fa abbiamo parlato della novità che i remaster in alta definizione rappresentano oggigiorno, resuscitando titoli di qualità previa una veloce rinfrescatina per quanto riguarda l'aspetto estetico. E Crysis su Xbox360 e PS3 rientra perfettamente in questa casistica.

Un gioco ritenuto simbolo delle capacità dei PC nel periodo incluso tra il 2007 e il 2009, che i Crytek commercializzarono (probabilmente sbagliando) solo per Windows, a quattro anni di distanza ritorna in versione console con tutti i connotati di un'operazione nostalgia in piena regola.

Se da un lato la recensione di Crysis 2 ha infatti confermato la superiorità della versione per home computer (niente di scandaloso, le console attuali sono tecnicamente vecchie almeno cinque anni rispetto a un PC di fascia alta), dall'altro ha reso evidente il fatto che quella di Crytek fu una scelta commerciale e non un vero limite tecnico di Xbox360 e PS3.

Meglio tardi che mai, quindi, e quale piattaforma migliore dell'Xbox Live Arcade e del Playstation Network per riproporre a cento milioni di consolari incalliti un prodotto che è sinonimo di FPS? Nessuna: ecco quindi il download della sola campagna singleplayer scaricabile per la modica cifra di 20 euro.

Per recensire questo remaster non serve dilungarsi in analisi dettagliate, visto che i suoi pregi e difetti sono noti a tutti da tempo. È quindi sufficiente riflettere su quanto sia cambiato il gameplay e sulla presenza di eventuali miglioramenti o di peggioramenti estetici. Due considerazioni che combinate insieme risponderanno alla fatidica domanda: Crysis ha resistito alla prova del tempo?

Nel primo caso sgombriamo subito il campo da qualsiasi dubbio: questa versione è praticamente identica a quella per PC, visto che praticamente nulla e cambiato nella sostanza se escludiamo qualche leggera variazione nel controllo dei poteri della nanotuta, ora gestibili semplicemente premendo un pulsante e non attraverso un menu contestuale. Per il resto, a parte l'eliminazione del livello Ascension, non c'è niente d'inedito rispetto a quanto visto su PC con tutta l'azione di gioco ambientata tra giungla, qualche caverna e la portaerei del gran finale.

Riguardo l'autore

Matteo Lorenzetti

Matteo Lorenzetti

Redattore

Dopo dieci anni di The Games Machine, approda finalmente alla redazione di Eurogamer.it. Onnivoro per quanto riguarda i generi, predilige sparatutto, giochi di guida ed RTS.

Altri articoli da Matteo Lorenzetti

Commenti (13)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

Crysis: ecco come potrebbe presentarsi un capitolo next-gen

Il futuro della grafica in uno screenshot.

In sviluppo la trilogia di Crysis rimasterizzata per PlayStation 4 e Xbox One?

Un livestream di Crysis 2 giocato su PS4 lo testimonia.

Crytek perde i pezzi: via anche Mike Read

Fu il producer di Ryse: Son of Rome.

Crysis e Crysis 2 perdono il multiplayer su PC

Non ci sono i piani per lasciare le modalità online del gioco.

le ultime

Fortnite: è ora disponibile al download la patch 5.21, vediamo la patch note completa

Il gioco si aggiorna introducendo due nuove modalità a tempo e molto altro.

ArticoloI rumor sono realtà: Fortnite per dispositivi Android non sfrutta Google Play

La procedura per l'intallazione e i commenti di Tim Sweeney di Epic.

Il nuovo trailer di Fallout 76 ci mostra come la cooperazione tra i giocatori sarà fondamentale per sopravvivere

Un divertente video in "stile Vault Tec" spiega uno degli elementi fondamentali del gioco.

Crash Bandicoot N. Sane Trilogy domina la classifica UK per la settima settimana di fila

Continua senza sosta il successo della collection nel Regno Unito.

Pubblicità