Dishonored

Thief e Deus Ex assumono una nuova forma.

È già disponibile la guida completa di Dishonored di Eurogamer.it, che verrà costantemente aggiornata con trucchi, strategie, il walkthrough completo scritto e in video del gioco.

Mentre in questi mesi tutti parlano di Rage e Skyrim, l'attenzione si è forse ingiustamente distolta dall'ultimo titolo annunciato da Bethesda. Parliamo di Dishonored, gioco in via di sviluppo da parte di Arkane Studios, che dovrebbe vedere la luce tra meno di un anno per Xbox360, PS3 e PC.

È bastato leggere i nomi di chi ci sta lavorando sopra per fare venire una lacrima di commozione al Silvestri, visto il suo amore più volte dichiarato per gli stealth game (Garrett for President! ndSS): gli autori del gioco sono infatti Harvey Smith (Thief, Thief Deadly Shadows, Deus Ex) e Raphael Colantonio (Bioshock 2, Arx Fatalis).

L'ambientazione è quanto di più steampunk si potrebbe immaginare, essendo un lontano pianeta in cui i reietti di una società postindustriale vengono oppressi da un regime nazifascista. Da notare che nel mondo di Dishonored non ci sono continenti ma un immenso oceano che circonda quattro grandi isole, governate con pugno di ferro.

1
Se ti sono arrivato così vicino, significa che quella doppietta proprio non la sai usare.
2
Anche gli scagnozzi del governo sono in modalità akimbo.

Anche se Dishonored è ben lontano dal completamento, si vede chiaramente la direzione in cui gli Arkane Studios stanno andando, ossia realizzare un FPS/Stealth dalla struttura il più possibile aperta in cui si dà a Corvo, questo il nome del protagonista, uno spazio di manovra estremamente ampio per arrivare a ripulire il suo nome dall'accusa di aver fatto fuori il suo datore di lavoro (un'imperatrice, roba di poco conto).

Per farlo potrà usare un coltello molto affilato in una mano e una serie di poteri magici nell'altra: nonostante l'ambientazione futuribile possa far pensare a qualcosa di maggiormente tecnologico come la telecinesi o innesti cibernetici in stile Deus Ex, in Dishonored si punta proprio sui poteri soprannaturali del protagonista.

Queste capacità non si limitano ad attacco o difesa ma anche ad abilità "neutrali" da utilizzare a proprio vantaggio, come rallentare il tempo, assumere la forma di persone e animali o impossessarsi di loro mentalmente per raggiungere i nostri obiettivi.

Le possibilità sono effettivamente infinite: dall'attaccare una mina a un cane, farlo arrivare nei pressi di un gruppo di guardie per poi farlo detonare (gli animalisti ti ameranno molto dopo questo esempio, ndSS). Non mancano poi i supersalti rallentando il tempo nei pressi di una piattaforma mobile per raggiungere parti dello scenario altrimenti inesplorabili.

Il trick migliore viene però mostrato dagli stessi sviluppatori: aspettare che un nemico ci spari, fermare il tempo, possederlo, posizionarlo sulla traiettoria del proiettile e poi, in perfetto stile invasione degli ultracorpi, assumere il controllo di qualcun altro osservando la macedonia di cervella disegnarsi sul muro alle nostre spalle. Geniale!

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Matteo Lorenzetti

Matteo Lorenzetti

Redattore

Dopo dieci anni di The Games Machine, approda finalmente alla redazione di Eurogamer.it. Onnivoro per quanto riguarda i generi, predilige sparatutto, giochi di guida ed RTS.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Commenti (4)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza