Dopo il primo episodio di Resident Evil, il quarto è senza ombra di dubbio quello che ho giocato di più e anche quello che, insieme a Code Veronica, compone il trittico dei miei capitoli preferiti.

Poterlo giocare in HD con tanto di Obiettivi e Trofei è quindi un vero e proprio sogno ad occhi aperti per uno come me, un sogno che inizialmente però ha avuto più i contorni di un incubo.

La storia è andata così: inserisco il disco del codice review nell'Xbox 360 (ma da noi uscirà domani solo e unicamente in digital delivery) e mi godo per l'ennesima volta il logo Capcom e la voce lugubre che annuncia il capitolo della saga in questione: "Resident Ivooool Foooor".

Ok, sono pronto a vedermi sparate in faccia secchiate di nuovi poligoni e a godermi il trattamento di bellezza a cui è stato sottoposto il gioco! Mah... mah... che diavolo è 'sta roba? Texture spappolate, scalettature in ogni dove (ebbene sì, anche su 360), colori che si mischiano tra loro dando luogo a tinte a dir poco improbabili, fili d'erba che sembrano più "blocchettosi" di quelli dei giochi LEGO. Insomma, cosa diavolo è successo!?

1
Le texture non sono state realmente ridisegnate in alta definizione ma sono un semplice upscaling di quelle GameCube.

Ve lo dico io cosa è successo. Quei furbacchioni della Capcom hanno deciso di tirare i remi in barca e di dare giusto una leggera rispolverata al codice PC, riproponendolo su console praticamente tale e quale. E i risultati si vedono: questo non è un gioco del 2005 tirato a lucido ma un gioco del 2005 e basta.

Non che mi immaginassi chissà quali cambiamenti ma il lavoro avolto dal team di sviluppo a livello grafico è davvero povero e anche sotto altri punti di vista si sarebbero potuti spremere molto, ma molto di più.

Prendiamo ad esempio il sistema di controllo. All'epoca fu una rivoluzione se paragonato a quello dei precedenti Resident Evil e nessuno si aspettava che venisse cambiato in questa occasione, ma almeno qualche piccolo aggiustamento poteva e doveva essere fatto. Perché, ad esempio, non usare uno dei tasti dorsali per poter cambiare al volo le armi disponibili, come accade ad esempio in Dead Island?

Non penso sarebbe stato un lavoro improbo, così come non lo sarebbe stato proporre qualche configurazione del pad in più rispetto alle due disponibili. Io ho scelto la seconda, che permette di mirare con le armi da fuoco e il pugnale tramite i dorsali sinistri e sparare con quello destro. In alternativa si può utilizzare X/Quadrato per fare fuoco, ma qui si ferma la "customizzazione".

Riguardo l'autore

Daniele Cucchiarelli

Daniele Cucchiarelli

Redattore

Lavora nel giornalismo videoludico da oltre 11 anni. Anche se tutti quelli che lo conoscono gli hanno consigliato di "trovarsi un lavoro serio", resta sempre fedele al suo primo amore.

Altri articoli da Daniele Cucchiarelli

Commenti (14)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza

Contenuti correlati o recenti

Resident Evil 5 è il capitolo più venduto nella storia della saga Capcom

Qualità e unità vendute non sono di certo sinonimi.

Immagini e video mostrano i miglioramenti di Resident Evil 4 HD Project

Il progetto dei modder Albert e Chris aggiunge nuove migliorie al titolo originale.

I designer di Dead Space considerano Resident Evil 4 la loro fonte d'ispirazione

Originariamente Ben Wanat e Wright Bagwell avevano in mente System Shock 3.

Resident Evil 7 verrà presentato all'E3 e tornerà alle origini della serie

Lo rivela un analista e insider specializzato nel mercato giapponese.

le ultime

Pubblicità