The Witcher 2 Soluzione, Atto 2, Dov'è Triss Merigold?, Sangue Reale

La guida di Eurogamer per non restare fermi al bivio.

THE WITCHER 2: ATTO 2: SENTIERO DI IORVETH

Dov'è Triss Merigold? (prima parte)

Procedete fino alla taverna per parlare con il nano ubriaco che troverete posizionato all'ingresso della locanda, e che parla di una donna caduta dal cielo. Vi darà alcune informazioni riguardanti Tris in cambio di una bevuto, e saprete che Triss è stata presa da un troll, uscite dalla città, andate verso sinistra al bivio (ovvero verso la miniera infestata dalle arpie) per parlare col troll.

Purtroppo Triss non si trova più da lui, ma la creatura è disposta a darvi un suo nastro se farete tornare la sua compagna, che è scappata per gelosia nei confronti della "donna coi capelli rossi". Il troll femmina si trova a sud di Vergen, tra le gole (il punto è segnato sulla mappa se seguite la missione), tuttavia, giunti in zona, verrete accolti da un gruppo di mercenari capitanati da Adam Pangratt, che sta cercando di uccidere la cretura su ordine di Henselt. A voi la scelta se aiutarli a uccidere la troll femmina o aiutarla.

Se decidete di uccidere la troll, sfruttando l'aiuto dei mercenari dovrebbe rendere le cose molto facili. Dopo raccogliete dai suoi resti il nastro di Triss e fate ritorno da Philippa a Vergen. Se scegliete di aiutare la troll, dovrete vedervela con i mercenari, quindi valgono i consigli che valgono per tutti i gruppi numerosi: muovetevi di continuo, piazzate trappole, e colpite prima i più deboli. Una volta che avrete ucciso i suoi uomini e ferito Pangratt, questi si arrenderà, così che potrete mandarlo ad aiutare la causa di Vergen. Parlate poi con la troll per guadagnare il nastro e un Corno di Troll.

Tornate a Vergen, consegnate il nastro a Filippa, questo attiverà anche il passo successivo della quest Sangue Reale, di cui parleremo dopo. Per adesso sappiate solo che dopo Sangue Reale il vostro prossimo obbiettivo di questa lunga quest è recarsi nell'accampamento di Henselt, superando il campo di battaglia infestato, facendosi aiutare nuovamente da Filippa.

Sangue Reale

Dopo aver superato la scena d'intermezzo con la rivolta dei paesani, che accusano Stennis dell'avvelenamento di Saskia. Adesso il suo destino è nelle vostre mani.

Nota: Nonostante nel diario della missione sia indicato "di fare in fretta", suggerendo che si tratta di una missione a tempo, in realtà la conclusione di questa missione dipende dal numero dei testimoni con cui parlate, e non dal tempo effettivo che fate trascorrere.

I testimoni che puoi interrogare sono i contadini, i nobili, il nano e mastro runico Halldor Halldorson e Iorveth. Puoi anche interrogare i tuoi amici Zoltan e Ranuncolo per ricevere alcuni consigli, e perfino con Stennis, ma avrai bisogno di usare Axii sulle guardie.

Per risolvere il caso, il testimone migliore è Halldor, parlando con lui attiverete la missione "Anche i muri hanno orecchie" e successivamente, "Sospetto: Thorak". Un'altra quest utile, visto che va a legarsi con Sospetto: Torak è "L'incubo di Baltimore", una quest che potete attivare durante "A caccia di magia". Quando le avrete fatte vi sarete fatti un'idea migliore della questione, e potrete finalmente decidere il fato di Stennis.

Se decidi di lasciarlo uccidere dalla folla, accusandolo di aver complottato contro Saskia, otterrete il sangue reale senza altri problemi. Se decidete che Stennis deve affrontare un giusto processo: non otterrete il sangue e dovrete progredire nella missione "Dov'è Triss Merigold?", facendovi aiutare da Philippa Eilhart.

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Lorenzo Fantoni

Lorenzo Fantoni

Redattore

Dentro un rugbista di 110kg dedito agli stravizi, batte il cuore di nerd vecchio stampo con lo sguardo perennemente abbronzato da uno schermo, anche d'estate.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Recensione | Gloomhaven - Dal cartone al digitale il passo è... falso

Il celebre gioco da tavolo arriva in formato digitale.

'The Elder Scrolls VI dovrà essere un gioco decennale' come Skyrim

Todd Howard punta forte su The Elder Scrolls VI.

Project Awakening è vivo e il nuovo video sfoggia un Cyllista Engine che flirta con il fotorealismo

Cygames ci mostra il motore grafico alla base di Project Awakening.

The Elder Scrolls VI potrebbe non uscire prima del 2026

Sarà un'attesa lunghissima per The Elder Scrolls VI?

Commenti (4)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza