The Witcher 2 Soluzione Prologo

La guida di Eurogamer per non restare fermi al bivio.

THE WITCHER 2: PROLOGO

Quando sarete nuovamente sulle mura dovrete vedervela col Conte Etcheverry, ovvero il cavaliere con la piuma che avete cercato di colpire con la ballista, e i suoi cavalieri. Ovviamente, se siete riusciti a colpirlo, non dovrete affrontarlo adesso, e ve la vedrete solo con i suoi sottoposti.

Dopo aver seguito il Re nell'assalto ad un altro gruppo di nemici, seguitelo attraverso la breccia che i suoi uomini avranno aperto con le asce. All'interno della torre dovrete vedervela con un gruppo di soldati abbastanza coriacei, state attenti soprattutto al cavaliere, che è particolarmente resistente, ma vi basterà utilizzare le tattiche già applicate fino a ora per uscirne vivi. Ricordatevi di schivare molto e intrappolare il nemico con Yrden quando siete in difficoltà.

L'attacco

Il vostro prossimo obiettivo sarà attaccare la fortificazione. Andate fino in cima alla torre uccidendo i soldati lungo il vostro cammino, fino alle ultime sacche di resistenza, guidate da Aryan La Valette. Questo scontro sancisce anche il primo tra i molti bivi che il gioco vi proporrà nel corso della storia. Ci sono infatti tre modi di risolvere lo scontro con Aryan La Valette: convincendolo ad arrendersi, combattendo in duello uno contro uno o scontrandosi contro lui e le sue guardie. Nel primo caso lo ritroverete nei sotterranei, e darà luogo a una sottoquest che vi porterà a sbloccare l'abilità "Schiena Robusta che vi dà un +50 nel portare oggetti, mentre negli altri casi la storia nelle segrete si svolgerà in maniera differente e meno remunerativa, quindi forse è meglio convincerlo a non impugnare la spada.

In qualunque modo abbiate deciso di risolvere la questione, dopo vi ritroverete nuovamente nelle prigioni, a parlare con Roche, e potrete scegliere il prossimo spezzone del prologo, noi abbiamo continuato con "Alla fine che ne è stato del drago?"

Prova del fuoco

Dopo la scena d'intermezzo con le forze speciali, un dragone farà il suo ingresso sulla scena. Correte verso le strutture di legno sulla sinistra, eliminate velocemente le guardie prima che le fiamme distruggano tutto, correte sotto la seconda struttura, uccidete anche queste guardie e infine eliminate il terzo gruppo di fronte al cancello, che verrà infine aperto da Triss.

Purtroppo la torre crollerà, lasciando Triss intrappolata, quindi potete solo correre oltre il ponte bruciato, dopo il quale il drago non vi ucciderà solo perché spaventato da un colpo di ballista.

Adesso non vi resta che raccontare l'ultima parte della storia, scegliendo "Ci siamo separati al monastero" nell'interrogatorio con Roche. Non dimenticatevi di vedere la frecciatina ad Assassin's Creed che si trova, guardando il cancello .

Vai ai commenti (4)

Riguardo l'autore

Lorenzo Fantoni

Lorenzo Fantoni

Redattore

Dentro un rugbista di 110kg dedito agli stravizi, batte il cuore di nerd vecchio stampo con lo sguardo perennemente abbronzato da uno schermo, anche d'estate.

Contenuti correlati o recenti

Articoli correlati...

Recensione | Gloomhaven - Dal cartone al digitale il passo è... falso

Il celebre gioco da tavolo arriva in formato digitale.

'The Elder Scrolls VI dovrà essere un gioco decennale' come Skyrim

Todd Howard punta forte su The Elder Scrolls VI.

Project Awakening è vivo e il nuovo video sfoggia un Cyllista Engine che flirta con il fotorealismo

Cygames ci mostra il motore grafico alla base di Project Awakening.

The Elder Scrolls VI potrebbe non uscire prima del 2026

Sarà un'attesa lunghissima per The Elder Scrolls VI?

Commenti (4)

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza