Warcraft ha rallentato lo sviluppo di StarCraft

Svelati i misteri della luinghissima gestazione.

Rob Pardo di Blizzard ha rivelato ad Eurogamer UK che il ritardo nello sviluppo di StarCraft II è dipeso da una "chiamata" da parte della dirigenza, che ha spostato buona parte del team su World of Warcraft per circa un anno. Il lavoro su StarCraft è infatti cominciato nel 2003 ma Blizzard non ha annunciato il titolo fino al 2007, nonostante esistesse comunque una versione giocabile del celebre RTS addirittura dal 2005.

"Il team di creativi al lavoro su StarCraft è stato spostato su World of Warcraft per la sua grande esperienza in materia di design" ci ha detto Pardo. "Il bilanciamento di molti elementi di WoW è stato possibile solo grazie alle capacità di una squadra di skillatissimi tecnici, come quelli del nostro team".

Il Lead Producer di StarCraft II Chris Sigaty, ha confermato che lo sviluppo di WoW ha condizionato il lavoro di molti: "Era impossibile lavorare su entrambi i progetti, siamo stati completamente risucchiati da Warcraft, me compreso". Nonostante questo, Sigaty ha preso il delay con filosofia, raccontando come appena dopo il lancio di WoW, tutto fosse tornato alla normalità tanto da produrre praticamente in maniera immediata, una prima versione multiplayer di StarCraft II, funzionante alla perfezione, per testare subito il gioco.

"Abbiamo costruito prima il multiplayer che la campagna principale" spiega Pardo. "Avevamo per le mani un nuovo engine e una nuova tecnologia, quindi abbiamo perso ulteriore tempo nel capire come utilizzare ogni risorsa al meglio e per creare qualcosa di realmente giocabile per fare le nostre valutazioni".

"StarCraft II è anche forse il primo gioco Blizzard che non è stato rivisto e corretto in maniera sostanziale in corsa, ma sviluppato dall'inizio alla fine con un'idea precisa che non è mai cambiata. Per WoW, Warcraft III o anche il primo StarCraft, le cose non sono andate sempre liscie, tanto da costringerci a rivedere i piani durante lo sviluppo per tutti e tre. Il nuovo StarCraft sarà un gioco da ricordare, per noi, anche per questo. Abbiamo cominciato a lavorare il single player di SC II a circa metà del processo di development, con un piano di design ad hoc veramente imponente".

Contenuti correlati o recenti

Disintegration dice addio al multiplayer online a soli cinque mesi dal lancio

L'opera del papà di Halo non ha lasciato il segno sperato.

Gears Pop! arriva al capolinea: annunciata la chiusura dei server

Ecco quando non sarà più possibile giocare al titolo di Mediatonic.

Hearthstone perde pezzi: il principle narrative designer lascia Blizzard dopo 12 anni

Dave Kosak è stato in precedenza anche lead quest designer di World of Warcraft.

Articoli correlati...

EssenzialePikmin 3 Deluxe - recensione

Interstellar... ma con i Pikmin.

Iron Harvest- recensione

Quando i mech cambiarono il corso della storia.

Total War Warhammer 2 incontra...Henry Cavill

L'interprete di Geralt e Superman è protagonista dell'ultimo DLC.

Commenti (1)

I commenti ora sono chiusi. Grazie per avere partecipato!

Nascondi i commenti coi punteggi più bassi
Ordine
Visualizza