Picture of Luca Signorini

Luca Signorini

Redattore

Luca gioca e scrive da quando ha scoperto le meraviglie del pollice opponibile. È giornalista ma soprattutto appassionato; non gli toccate Metroid, Stallone, i Black Sabbath e la carbonara e sarete suoi amici per sempre.

Featured articles

ArticoloE3 2017: Sony è sempre più sicura di sé - editoriale

Esclusive a valanga, ma poche sorprese e novità.

ArticoloXbox Game Pass: arriva il Netflix dei videogame? - editoriale

Microsoft annuncia il servizio in abbonamento di cui l'industria aveva bisogno.

ArticoloDavvero Switch è una console 'principalmente domestica'? - editoriale

Nintendo prova a tutelare il 3DS ma rischia di sabotare Switch.

ArticoloNintendo Switch: i due volti di una console ibrida - editoriale

Perché la presentazione ufficiale della nuova console di Nintendo ha suscitato più dubbi che certezze.

ArticoloLa strategia di Bethesda sulle recensioni - editoriale

Ecco le ragioni dietro l'attacco ai media da parte del publisher americano.

Tre giorni fa Bethesda ha annunciato che non distribuirà più alla stampa copie review dei propri giochi, unendosi alla lista sempre più corposa di publisher che, più o meno apertamente, hanno scelto di adottare questo particolare approccio ai rapporti con i media specializzati.

ArticoloNintendo Switch: l'hanno fatto davvero! - editoriale

Nintendo conferma tutte le aspettative e stravolge ancora una volta il concetto di “console”. Basterà per tornare al successo?

Le voci sul nuovo hardware di Nintendo circolavano incontrollate ormai da mesi: si vociferava che sarebbe stato un ibrido tra console domestica e portatile, che avrebbe utilizzato le cartucce, che il suo sistema di controllo avrebbe compreso due pad "da asporto" separabili dall'unità centrale. Praticamente, una creatura mitologica mai vista prima. Sulla console incaricata di risollevare le sorti dell'azienda più storica del nostro settore, ogni genere di speculazione e fantasia era lecito.

ArticoloLa critica di videogiochi ha un problema - editoriale

Per chi lavora da anni - o decenni - nel mondo dei VG, è diventato impossibile interpretare correttamente i gusti del pubblico?

Leggo recensioni di videogiochi da circa trent'anni, e le scrivo da quasi venti. In poche parole, sono il prototipo perfetto del "giornalista di videogiochi professionista". Nel corso delle mie ossessive riflessioni notturne, che spesso non sfociano in nulla e a volte producono invece editoriali come quello che state leggendo adesso, sempre più spesso finisco per pormi una domanda: per chi sto scrivendo, a chi mi sto rivolgendo esattamente, quando metto nero su bianco i miei articoli?

ArticoloMario su iPhone: il mondo è cambiato - editoriale

Super Mario Run rappresenta la fine di un'era per la Nintendo che conosciamo, ma anche la sua più grande occasione da molti anni a questa parte.

All'evento Apple di ieri è successo quello che non t'aspetti. Mentre tutto il mondo era ancora impegnato a discutere dell'assenza del jack per le cuffie sul nuovo iPhone, sul palco è salito Mr. Shigeru Miyamoto in persona e l'atmosfera è istantaneamente diventata quella dell'E3.

ArticoloE3 2016: vincitori e vinti - editoriale

Allo show di quest'anno abbiamo visto la maturità dell'attuale generazione di console, oppure l'inizio della sua fine?

Anno dopo anno si continua a mettere sempre più in discussione la sostenibilità economica e il senso stesso di un evento gigantesco e centralizzato come l'E3. Eppure quest'edizione 2016 è stata ancora una volta ricca di novità ed emozioni, probabilmente una delle migliori degli ultimi anni.

ArticoloE3 2016: Sony ha perso un'occasione - editoriale

Tanti bei giochi, ma l'assenza di PS4 Neo si è fatta sentire.

Sony si è presentata all'E3 2016 in buona forma, forte di una line-up di titoli davvero di alto livello e persino con qualche sorpresa. Ciò che più di tutto si è notato sul palco della conferenza PlayStation è stata però l'assenza di PS4 Neo, a cui non è stato fatto nemmeno un rapido accenno. Il tutto mentre, poche ore prima, Microsoft scaldava gli animi annunciando la futura uscita di Project Scorpio, orgogliosamente definita da Phil Spencer "la console più potente mai creata".

ArticoloE3 2016: la rivoluzione di Microsoft - editoriale

Due nuove console, la definitiva integrazione con Windows 10 e una valanga di giochi: in poche parole, la tempesta perfetta.

L'E3 2016 verrà ricordato come il momento in cui Microsoft ha cambiato passo. Chi già la dava per perdente, incapace di ripetere il successo ottenuto durante la scorsa gen con Xbox 360 e addirittura pronta ad uscire dal settore gaming, oggi deve necessariamente ricredersi: Microsoft c'è ancora, ed è intenzionata a recuperare tutto il terreno perduto con il disastro sfiorato di Xbox One.

ArticoloL'E3 di Nintendo - articolo

Si può vivere di solo Zelda?

La partecipazione di Nintendo all'Electronic Entertainment Expo si è parecchio ridimensionata nel corso degli ultimi anni. Se nel 2004 Shigeru Miyamoto infiammava ancora la platea di Los Angeles, irrompendo sul palco con in pugno la spada e lo scudo di Link, le ultime edizioni sono state ben più modeste, arrivando addirittura ad eliminare del tutto la conferenza pre-show e sostituendola con un evento in streaming. Non è una sorpresa per nessuno, dunque, il fatto che anche questo E3 2016 sarà per Nintendo un evento in sordina, forse il più dimesso in assoluto nella lunga storia della Grande N.

ArticoloPS4 Neo: chi ci guadagna e chi ci perde - editoriale

Potenziale e rischi di un'operazione senza precedenti nella storia recente della games industry.

Ormai l'arrivo della nuova PlayStation 4 Neo sembra praticamente sicuro: sebbene manchi ancora la conferma ufficiale da parte di Sony, circolano troppe informazioni dettagliate, provenienti da troppe fonti diverse, perché possa davvero trattarsi di una colossale "bufala".

ArticoloPlayStation 4.5: realtà o fantasia? - editoriale

Sony aggiornerà davvero la sua console con una scheda grafica più potente? E Microsoft, nel caso, starebbe a guardare?

Nella giornata di ieri è emerso un rumor molto interessante che, se si rivelasse veritiero anche solo in parte, rappresenterebbe una novità radicale per il panorama del mercato console e per tutti noi gamer. Secondo un report del popolare sito Kotaku, infatti, Sony starebbe lavorando ad un aggiornamento della sua console, una sorta di PlayStation "4.5" che introdurrebbe significative modifiche hardware per offrire una resa prestazionale nettamente maggiore.

ArticoloIl futuro è cross-platform? - editoriale

Il multiplayer condiviso tra Xbox, PlayStation e PC apre le porte a scenari inediti. E nel complesso, è un bene per tutti i gamer.

Pochi giorni fa, nel corso della Game Developers Conference 2016, Microsoft ha spiazzato tutti annunciando ufficialmente una nuova feature che, a quanto pare, sarà presto implementata sulla sua console: parliamo del Cross-Network Play, ossia la possibilità per gli sviluppatori di creare titoli multiplayer online con una base di utenza condivisa tra Xbox One, PC ed eventualmente persino altre console della concorrenza, a cominciare da PlayStation 4.

ArticoloIl PC sta 'rubando' le esclusive a Xbox One? - editoriale

Con la continua emorragia di titoli verso Windows, molti fan credono che Microsoft stia 'tradendo' la sua console. È così?

Poche ore fa Microsoft ha fatto un annuncio che si è subito trasformato in un piccolo terremoto per la comunità dei giocatori Xbox: ha reso infatti ufficiale l'arrivo di Quantum Break su PC, tra l'altro con una release simultanea a quella per Xbox One e addirittura con formula cross-buy (comprando il gioco per una piattaforma si ottiene gratuitamente anche una copia per l'altra).

ArticoloOculus Rift e la rinuncia al mass market - editoriale

Il primo headset VR commerciale presta fede al suo nome e costa un occhio della testa. A 699 euro, in quanti lo compreranno?

Dopo anni di attesa e speculazioni, finalmente conosciamo il prezzo di Oculus Rift: il nuovo casco da realtà virtuale è disponibile per il preorder sul sito ufficiale, con un prezzo di cartellino fissato a 599 $ per gli Stati Uniti e addirittura 699 € per chi compra dall'Europa (a cui bisogna aggiungere delle corpose spese di spedizione, per circa 40 ulteriori euro).

ArticoloI leak di Kotaku e l'ostracismo dei publisher - editoriale

Bethesda e Ubisoft fanno bene a boicottare il sito che ha svelato in anticipo l'esistenza di Fallout 4 e Assassin's Creed Syndicate?

Negli ultimi giorni si è sollevato un gran polverone intorno alla storia di Kotaku e del 'boicottaggio' messo in atto nei suoi confronti da due grandi publisher come Bethesda e Ubisoft.

Xbox Elite Wireless Controller - recensione

Un joypad può valere 150 euro?

Quando Microsoft annunciò il suo nuovo Xbox Elite Wireless Controller all'E3 di quest'anno, tutti restammo a bocca aperta due volte. La prima nell'ammirare il design e le caratteristiche di uno dei pad sicuramente più all'avanguardia tra quelli mai realizzati da un produttore ufficiale; la seconda nello scoprirne l'esorbitante prezzo di 150 euro/dollari. Una cifra del genere non è mai stata richiesta per un semplice controller, e a buona ragione. Equivale infatti al costo di circa mezza console o di quasi tre giochi retail. In poche parole, un'enormità.

ArticoloNintendo e la lotta contro l'irrilevanza - editoriale

Il problema di Nintendo va ben oltre l'insuccesso del Wii U: è un lento declino iniziato 20 anni fa.

Nintendo, a livello storico, è forse la più grande azienda in assoluto nel mondo dei videogiochi. Creatrice di Mario, Donkey Kong e altri mille tra i volti più riconoscibili della nostra industria, nonché promotrice di molte tra le più grandi innovazioni del settore (la croce direzionale, lo stick analogico, il rumble pack... solo per citarne alcune), la casa di Shigeru Miyamoto nel corso dei decenni ha saputo plasmare il mondo dell'intrattenimento elettronico come nessun'altra.

ArticoloParis Games Week: la conferenza di Sony - editoriale

Una valanga di giochi, esclusive e tanta, tanta VR...

Ieri Sony si è presentata in gran forma alla Paris Games Week, con una conferenza che non solo ha risposto per le rime al buono show di Microsoft alla scorsa GamesCom, ma ha anche ribadito un fatto per certi versi storico: i videogiochi, a livello culturale, mediatico e di business, ormai sono sempre più un fenomeno europeo.

ArticoloL'attacco ai media di Bethesda - editoriale

“Le recensioni sono importanti”, quindi perché ostacolarle?

Una manciata di ore fa Bethesda ha annunciato che non distribuirà più alla stampa copie review dei propri giochi, unendosi alla lista sempre più corposa di publisher che, più o meno apertamente, hanno scelto di adottare questo particolare approccio ai rapporti con i media specializzati.

ArticoloVideogiochi e minorenni: in Italia la legge sta per cambiare? - editoriale

Alla Commissione Cultura della Camera dei Deputati s'è parlato di videogiochi, ma i risultati sono controversi.

Lo scorso giovedì 1 ottobre, presso la Commissione Cultura della Camera dei Deputati, si è tenuto un incontro intitolato "A proposito di videogiochi - Riflessioni, proposte e osservazioni sul mondo dei videogame in Italia". Si tratta di una notizia importante e intrinsecamente positiva per il nostro settore, in un Paese che nel corso degli ultimi 20 anni ha colpevolmente e sistematicamente ignorato il tema dell'intrattenimento elettronico, se non per renderlo oggetto di furiose campagne denigratorie in concomitanza con vari e variamente correlati eventi di cronaca.

ArticoloEcco perché Xbox One potrebbe essere l'ultima console di Microsoft - editoriale

Ma non sarebbe una cattiva notizia. Anzi, porrebbe fine alla console war.

Non è un mistero: da quando Satya Nadella si è insediato ai vertici di Microsoft, ha avviato un lungo e importante ciclo di trasformazione per l'azienda. Il suo obiettivo, secondo molti osservatori, è quello di sfilarsi lentamente dalla produzione di hardware (un settore ormai a bassi profitti, anche per la concorrenza sempre più agguerrita dei produttori low-cost asiatici), tornando a focalizzarsi sul suo core business storico: i servizi software.

ArticoloApple Event 2015: novità, certezze e dubbi - editoriale

La casa di Cupertino rinnova la sua linea e muove i primi passi nel mondo del gaming casalingo. C'è da preoccuparsi?

Ieri sera si è tenuto l'evento Apple 2015, appuntamento che tutti gli appassionati di tecnologia attendono per scoprire quali sono le ultime novità della casa della mela e, dunque, i nuovi trend per il mercato digitale.

ArticoloConferenza Microsoft: missione compiuta? - editoriale

Una grande line-up di titoli, ma sarà sufficiente per far sfondare Xbox One in Europa?

La conferenza Microsoft di questa Gamescom 2015 si è appena conclusa, ed è dunque tempo di valutare quali sono i piani dell'azienda per quanto riguarda il futuro di Xbox One nel nostro continente. Pochi giorni fa avevamo scritto la nostra letterina dei desideri a Phil Spencer, provando a immaginare quali potessero essere le mosse future per rilanciare una console che sul mercato europeo ancora non ha preso il giusto passo e si trova nettamente indietro rispetto alla rivale PlayStation 4 (circa 3,5 milioni di unità vendute contro i quasi 10 piazzati dalla console di Sony).

ArticoloGamescom 2015: la sfida europea di Microsoft - editoriale

Per conquistare l'Europa, Xbox One deve necessariamente offrire una grande prova alla più importante fiera del nostro continente.

Microsoft è uscita in gran forma dall'E3 2015. Ormai la sensazione di tutti è che la guida di Phil Spencer abbia fatto un gran bene ad Xbox One e che l'abbia riportata sui giusti binari per tornare a darci un'altra grande generazione di gaming.

ArticoloL'eredità di Amiga - editoriale

Cosa ci ha lasciato uno dei più grandi hardware da gioco degli anni '80 e '90?

Giovedì scorso, esattamente il 23 di luglio, l'Amiga ha compiuto 30 anni. Leggendo la notizia, la mia mente di gamer è istantaneamente tornata a quel magico periodo a cavallo tra la metà degli anni '80 e i primi '90, in cui i videogiochi erano ancora un fenomeno per molti versi inesplorato, le console erano appena reduci dal grande crollo che aveva quasi spazzato via l'intera industria e sul mercato si affacciava questo hardware nuovo e affascinante, erede del glorioso C64, un ibrido tra console, PC e dispositivo multimediale che sembrava in grado di fare letteralmente tutto.

ArticoloNintendo: cosa succede adesso? - editoriale

Dopo la scomparsa di Satoru Iwata, chi raccoglierà le redini di Nintendo e in quale direzione porterà l'azienda?

La morte di Satoru Iwata è stata un duro colpo a livello emotivo per tutti noi appassionati di videogiochi. I personaggi come lui, capaci di occupare con autorevolezza ruoli di primissimo piano e mantenere al tempo stesso un rapporto costante, diretto ed estremamente umile con il pubblico, nella nostra industria si contano sulle dita di una mano. Come dice una sua stessa citazione che negli ultimi giorni è rimbalzata senza sosta in Rete, prima ancora che un CEO Iwata si riteneva un appassionato, un game designer e un gamer. Non c'è alcun dubbio che tutti noi sentiremo la sua mancanza.

primo precedente