Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Bleszinski getta acqua sul fuoco

Qualcuno pensi ai bambini!

L'uomo dietro a Gears of War, Cliff Bleszinski, ha risposto all'affermazione di uno sviluppatore indipendente anglosassone che definisce il vice presidente di Epic, Mark Rein, un "idiota".

Ieri Cliff Harris, dal cui blog si legge che "ha lavorato da casa per la propria azienda di cui è l'unico impiegato, la Positech Games, inventando originali strategie e giochi di simulazione", ha chiamato Mark Rein "idiota" per averlo presumibilmente infastidito durante la riunione a porte aperte alla Develop Conference a Brighton.

"E l'argomento si è spostato sul come gli sviluppatori indipendenti possano comunicare direttamente ai giocatori tramite strumenti come le chat", ha scritto Harris.

"In pratica ho iniziato a fare il punto e Mark (Morris, di Introversion) era anche d'accordo sul fatto che se la gente può comunicare direttamente con gli sviluppatori indipendenti, e questi rispondono personalmente al potenziale cliente, molto probabilmente quest'ultimo può essere convertito in acquirente".

"A questo punto c'è stato uno sbuffo di derisione da parte di questo tizio in prima fila, che poi ha detto qualcosa del tipo: 'Una persona? Chi se ne frega, è una perdita di tempo'. E ha iniziato a elencarci i motivi per cui fare così sarebbe solo una scocciatura.

"Sono certo al 95% che tutti e quattro alla riunione abbiamo pensato 'ma che c***o?' e 'chi diavolo è questo tizio?', e perfino Robin (Lacey, di Beatnik) si è fatto avanti e gli ha chiesto se si occupasse di marketing.

"Insomma… è venuto fuori che il tizio in questione altri non era che Mark Rein di Epic, e si comportava come se fosse scontato che tutti i partecipanti dovessero sapere chi fosse esattamente, e soprattutto come se avesse ovviamente ragione. Ho avuto l'impressione che se ne stava lì solo per deridere degli adolescenti o giusto per informarci di quanto tutti ci sbagliavamo.

"La cosa interessante è che ho avuto la netta impressione che qualcuno di Sports Interactive (un tempo indipendente, se ricordo bene) fosse molto più sulla nostra lunghezza d'onda che su quella di Mark. Mi sarebbe piaciuto farci una chiacchierata.

"Così... ci ho pensato parecchio, ho soppesato i pro e i contro di limitarmi a considerarla un'interpretazione errata di qualcuno, e sono arrivato a questa conclusione: Mark Rein è un idiota".

Tramite un suotweet, Bleszinski ha risposto al post di Harris: "Non ho parlato con Mark oggi, ma scommetto che semplicemente ritenga sciocca l'affermazione secondo la quale soltanto gli indie rispondono o interagiscono con i clienti".

Abbiamo chiesto a Rein di commentare l'accaduto, e vi terremo aggiornati.

Taggato come

A proposito dell'autore

Avatar di Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Contributor

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Commenti