Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Come reagire al furto di dati del PSN?

Una guida pratica da G Data.

L'azienda tedesca G Data ha fornito alcuni consigli pratici per gli utenti del PlayStation Network che hanno assistito impotenti alla violazione dei propri dati personali.

Secondo quanto dichiarato dalla compagnia in un comunicato stampa, in rete attraverso i forum underground e il mercato nero è già partita la compravendita di dati personali di 77 milioni di utenti iscritti al PlayStation Network.

Tra i dati a rischio figurano indirizzo completo, nazione, indirizzo e-mail, data di nascita, password pe PlayStation Network/Qriocity; login per PlayStation Network/Qriocity; identificativo per il PlayStation Network. Altri dati sensibili riguardano la cronologia degli acquisti e l'indirizzo di fatturazione; infine, se avete fornito i dati della vostra carta di credito è possibile che siano stati rubati anche il numero della carta di credito (escluso il codice di sicurezza) e la data di scadenza.

Questo, secondo G Data, il valore economico attuale dei dati sul mercato nero online (prezzo espresso in dollari):

  1. PlayStation Network credito: 10-25
  2. Carta di Credito con SecureCode rinnovabile: 50
  3. Carta di Credito oro con SecureCode rinnovabile: 70
  4. Carta di Credito senza Verified by Visa: 40
  5. Carta di Credito oro senza Verified by Visa: 50
  6. Visa / MasterCard USA: 1.5-2
  7. Visa / MasterCard UK: 5-7
  8. Visa / MasterCard UK con data di nascita: 10
  9. Visa / MasterCard Europe: 6-15
  10. American Express USA: 3
  11. American Express UK: 12
  12. American Express Europe - 9
  13. Carta di credito vuota (non stampata, senza dati): 25
  14. Carta di credito vuota (stampata, senza dati): 40

Quali sono i consigli pratici per ridurre al minimo i rischi? Ecco i consigli di G Data:

  1. Non appena il Playstation Network ritornerà online, cambiate immediatamente la vostra password.
  2. Nel caso in cui utilizziate lo stesso nome utente su altre piattaforme, cambiate anche la password relativa.
  3. Fornite online solo ed esclusivamente le informazioni che sono obbligatorie per attivare un account. Non fornite informazioni aggiuntive.
  4. Controllate l'account della vostra carta di credito per verificare se ci sono stati prelievi non autorizzati e, in tal caso, avvisate subito la società di riferimento. Chiedete inoltre informazioni alla vostra banca su come procedere per il rimborso in caso di acclarata frode informatica.
  5. Usate sempre una carta di credito dedicata (magari ricaricabile) per le transazioni Internet.

Taggato come

Commenti