Ultimi commenti

macratos86

32 minuti fa

@vincenzotassone Verissimo, ma solitamente la qualitá grafica mostrata nei trailer non corrisponde quasi mai a quella del gioco finale...ergo quindi che prima di sparare cagate prova a contare fino a 10, oddio non che in questo caso ce ne fosse tanto bisogno ma aimè non tutti siamo uguali🤣🤣

Postato in Ghost of Tsushima è così splendido visivamente che Shuhei Yoshida si ferma spesso per ammirarne la grafica

UnityIon

41 minuti fa

Allora c'era davvero qualcosa dietro come pensavo! In ogni caso... Mi faccio LEGO Batman con mio fratello al più presto!

Postato in Fortnite e Batman insieme: Epic svelerà tutti i dettagli nella giornata di domani

UnityIon

42 minuti fa

Scusate, non eravate quelli a favore dei giocatori, a differenza di Epic?? Dai, lo chiedono i giocatori!

Postato in Steam, l'Alta Corte di Parigi ha stabilito che i giocatori potranno rivendere i propri giochi

UnityIon

44 minuti fa

@MoriorInvictus Non preoccuparti, ma grazie lo stesso! Al momento non ho stipendi, ed allo stesso tempo so che anche chi craccava da giovane i giochi per necessità, poi da grande finisce per averne una bella collezione! Quindi la pirateria non nuoce poi così tanto, considerando che per esempio CD Project rifiuta categoricamente il DRM e vende tantissimo lo stesso!

Postato in The Legend of Zelda: Link's Awakening - recensione

Gemupurei

1 ora fa

@MoriorInvictus una cosa voluta,il movimento nelle 8 direzioni,esattamente come l’originale.
Ma siamo dalle parti,di,gira su switch=ciofeca,e risparmiami il solito gioco nintendo=sopravvalutato.
Sul prezzo siamo daccordo.

Postato in Alle 16 un'imperdibile diretta con The Legend of Zelda: Link's Awakening

MisterTi

1 ora fa

Ripeto : dipende da quanto gi aspetti variabili con la scelta della difficoltà alteri il senso d'acquisto dato dallo sviluppatore. Un dmc in modalità facile si gioca praticamente solo per seguire la narrativa , ma dubito tanto che questo sia il senso per qui il gioco è stato messo in vendita.

Postato in La difficoltà nei videogiochi torna a far discutere - editoriale

MoriorInvictus

1 ora fa

@Ceppodimerulla nota la differenza tra sto pseudoremake a 59 e quello di spyro venduto a 39 su PlayStation... prezzo da rapina.

Postato in Alle 16 un'imperdibile diretta con The Legend of Zelda: Link's Awakening

MoriorInvictus

1 ora fa

@Gemupurei se medievil vale 1 decimo del remake di spyro,sara 100 volte meglio di sta reskin pseudo3d

non hanno neanche fatto le animazioni del pg, robaccia fanservice venduta a peso d'oro

Postato in Alle 16 un'imperdibile diretta con The Legend of Zelda: Link's Awakening

Gemupurei

2 ore fa

@MoriorInvictus si si,molto meglio medievil remake.
La butto li,se arriva oltre i 70 di media è già un successo.

Postato in Alle 16 un'imperdibile diretta con The Legend of Zelda: Link's Awakening

Ceppodimerulla

2 ore fa

@AndyCap i rumor davano sia Sony che Ms fare una console o un dispositivo apposito per giocare in streaming e stop
Altre mid gen sinceramente non le voglio più vedere.
Preferisco pagare qualcosa in più subito e avere la console definitiva che duri per tutta la gen.

Postato in PS5 potrebbe essere lanciata con due differenti modelli

AndyCap

2 ore fa

@Traznok non lo so, ma credo che sia piu propenso alla soluzione onlyonline senza abbonamento. Fosse legato al plus credo si castrerebbe da solo buona parte delle possibili vendite.

Postato in Nuovi dettagli per il multiplayer di Death Stranding: i giocatori potranno trasformare il terreno e costruire strade

AndyCap

2 ore fa

@Ceppodimerulla come ero contrario per scarlet son contrario per ps5. Preferisco una console unica che non una castrata e quella "reale". O si sono accorti che sforavan di troppo nel venderla sotto costo. Bho

Postato in PS5 potrebbe essere lanciata con due differenti modelli

riccardoloffi

3 ore fa

confermato,state of play PART II,24/9 ore 22.00,fonte n4g

Postato in Il prossimo State of Play coinciderà con l'evento dedicato a The Last of Us Part 2

riccardoloffi

3 ore fa

� un'area tutta da scoprire,comunque stanno facendo passi da gigante nello sviluppo della tecnologia

Postato in Secondo Sony "la realtà virtuale ha ancora molto da imparare"

Ceppodimerulla

3 ore fa

@MoriorInvictus ti dirò che volevo prenderlo, a 59 euro se lo tengono!!
Costa quanto B.o.t.w.

Postato in Alle 16 un'imperdibile diretta con The Legend of Zelda: Link's Awakening

Scorpio6TF

3 ore fa

Questo articolo avra' fatto uno strano effetto visto che dopo 4 giorni il primo commento e' il mio...XD

Postato in Gears 5: una prodezza tecnica che stabilisce un nuovo standard per Xbox One - analisi tecnica

diegocuneo1

4 ore fa

ma speriamo
Forse il mio gioco preferito dell'anno e ha avuto pochissima copertura e vendite :(

Postato in Outer Wilds è in arrivo anche su PS4?

camomilly

4 ore fa

Non riesco davvero a capire come l'esperienza di qualcuno potrebbe essere intaccata da un selettore di difficoltà o da modalità che rimangono opzionali.

Ogni volta che si parla della questione difficoltà, sembra quasi (faccio un esempio) che si stia chiedendo un Dark Souls facile invece che un Dark Souls con una apposita modalità semplificata a parte. Sarebbe sempre possibile godersi l'esperienza "pura", mentre chi, per qualsiasi motivo, è interessato al gioco pur non avendo voglia/tempo per una sfida troppo impegnativa, potrebbe giocare il titolo con più HP e nemici leggermente più deboli e lenti.
Il problema sarà poi di queste persone, che magari si perderanno l'esperienza pensata da FromSoftware.

La scusa più ridicola che mi è capitato di sentire è stata "eh, ma dopo appena sono in difficoltà mi viene da passare alla modalità facile"... e io dico, saranno ben cavoli tuoi se cedi invece di migliorare.

Sekiro tra l'altro l'ho trovato fantastico a livello di bilanciamento, perchè non c'erano numeretti e statistiche a influire sulla tua abilità, al contrario di Bloodborne o dei Souls. Era tutta questione di apprendere moveset e tempistiche, mentre esplorando era possibile trovare semi di zucca, memorie e rosari che adattavano la tua forza/vitalità alle sfide che avresti affrontato. In sostanza il gioco premia esplora a fondo gli scenari.

Postato in La difficoltà nei videogiochi torna a far discutere - editoriale

MoriorInvictus

5 ore fa

detto sinceramente lo stile grafico dei personaggi è orribile e quel blur onnipresente è fastidioso... oltre a contare la differenza tra cutscenes e grafica generale, si poteva fare molto di più come remake... sinceramente l'età si sente, gioco invecchiato piuttosto maluccio.

Postato in Alle 16 un'imperdibile diretta con The Legend of Zelda: Link's Awakening

MoriorInvictus

5 ore fa

@UnityIon fregatene dei loro giudizi

Postato in The Legend of Zelda: Link's Awakening - recensione

MoriorInvictus

5 ore fa

@Dakkaremake cazzata, i videogiochi non sono beni di lusso, sarebbe come dire che i libri sono beni di lusso.
oltre al fatto che la pirateria storicamente ha fatto solo BENE al medium videoludico, cosi come al software in generale, se non fosse per la pirateria steam non avrebbe abbassato i prezzi, se non fosse per la pirateria windows 95 non avrebbe fatto il botto (ovviamente è stata la stessa microsoft a favorire la pirateria) e a quest'ora probabilmente in tutti i pc ci sarebbe linux o macintosh e non windows.
ma questo è un altro discorso, non voglio incitare alla pirateria, ma non voglio demonizzarla come stan facendo molti qui dentro.

Postato in The Legend of Zelda: Link's Awakening - recensione

lorenzomancosu

5 ore fa

@MattiaGagliardi Secondo me l'errore sta proprio nel prendere Dark Souls come esempio. Dark Souls è un gioco nel quale il senso di conquista personale costituisce l'elemento fondamentale alla base del design, ma non solo. Diventa anche ciò che rende godibile e possibile l'integrazione di una narrativa ambientale, la jolly-cooperation, il sistema di progressione e l'intera struttura del mondo di gioco; l'interazione con ambienti che sono studiati al millimetro per regalare emozioni sulla base di un determinato tasso d'impegno. La difficoltà, nel caso di Dark Souls, non è un accessorio, ma è il presupposto fondamentale alla base di tutte le meccaniche che lo rendono un videogioco, peraltro un videogioco di successo. Abbassare la difficoltà in un prodotto di From equivarrebbe a consentire di colpire la palla con le mani durante una partita di calcio: potresti permettere ai giocatori di farlo senza apparentemente danneggiare nessuno ma finiresti, magari inconsapevolmente, per danneggiare l'intera spina dorsale dell'esperienza di gioco.

Postato in La difficoltà nei videogiochi torna a far discutere - editoriale

MattiaGagliardi

5 ore fa

Secondo me un selettore di difficoltà non fa male a nessuno.
Poniamo caso Dark Souls ce l'avesse: io giocherei alla difficoltà predefinita ma se anche si avesse la possibilità di scegliere una modalità facile perché mi dovrebbe importare? Avrebbe modo di avere più gente interessata e che magari userebbe la modalità facile per testare le acque per poi provare una seconda run alla difficoltà predefinita mentre io continuerei a giocare come meglio mi aggrada.
Discorso opposto sarebbe se ad esempio, per necessità di mercato, da ora in poi tutti i giochi fossero facili con mille aiuti e tutorial senza possibilità di modifica, rendendo il tutto blando.
Alla fine è un opzione, non un imposizione e chi si lamenta fortemente di ciò per la maggior parte è un gamer elitario, che vuole solo che il gioco sia per lui e per nessun altro. Una visione miope ed egoistica secondo me.

Postato in La difficoltà nei videogiochi torna a far discutere - editoriale

diegocuneo1

6 ore fa

conosco varia gente col Quest,ma vedo che su internet in Italia non se ne parla mai mai mai.
Eppure le vendite sembra siano sorprendenti,soprattutto dei giochi.
Spero che questo Oculus Connect spacchi,perché é proprio questo il momento di farlo

Postato in Oculus Connect 6, questo mese Respawn svelerà il suo gioco AAA per VR

vincenzotassone

6 ore fa

@gabriottto Te lo puoi pure comprare quando esce su PS4 e te lo giochi su ps5 (forse pure con qualche miglioria)

Postato in Ghost of Tsushima è così splendido visivamente che Shuhei Yoshida si ferma spesso per ammirarne la grafica

vincenzotassone

6 ore fa

Raga tranquilli, il gioco uscirà su PS4 senza problemi . Quando è stato mostrato per la prima volta non girava su nessun PC ultra potente ma su una bella PS4 standard. Non sottovalutatela troppo 👍

Postato in Ghost of Tsushima è così splendido visivamente che Shuhei Yoshida si ferma spesso per ammirarne la grafica

vincenzotassone

6 ore fa

@macratos86 Eh già ...peccato che l'unico gameplay mostrato fin'ora girava proprio su una PS4 (standard) ..spariamo meno cazzate dai 👍

Postato in Ghost of Tsushima è così splendido visivamente che Shuhei Yoshida si ferma spesso per ammirarne la grafica

kalu666

6 ore fa

@link82 non devi downsamplare, lo fai "outputtare" alla risolla nativa del gioco, come fa l'adattatore da 5€ per raspberry, il quale possiede anch'esso un'uscita hdmi, ma il segnale non va convertito o resizzato, va inviato così com'è senza menate.

Postato in SEGA Mega Drive Mini - recensione

UnityIon

6 ore fa

Errr... Non credo che lo comprerò a prescindere...

Postato in Le modalità multiplayer di Luigi's Mansion 3 riceveranno dei DLC a pagamento dopo il lancio

JJay23

7 ore fa

@Griso Dipende dal tuo conto in banca. Quando si parla di soldi è tutto relativo.

Postato in Runescape riaccende la polemica sulle microtransazioni dopo che un giocatore ha speso 62.000 dollari in un anno

Yuppidu81

7 ore fa

A mio avviso la più grande difficoltà per i neofiti o per persone con qualche difficoltà (mia madre amava i videogiochi ma a 70 anni le sue mani perdono i colpi) sono i controlli spesso più complicati di quel che ci si aspetterebbe e le interfacce poco intuitive. Fino a quando la difficoltà consiste nel dovere livellare il personaggio, ingegnarsi su cosa è meglio fare e non fare per superare un nemico, e fare pratica per affinare le capacità, allora ben venga. Quando la difficoltà deriva dal dover fare combinazioni di tasti inutili per azioni banali, dalla mappa incomprensibile, dai menù confusionari e poco intuitivi, capisco che molti giochi possono essere complessi per molte persone. I livelli di difficolta incidono spesso solo su parametri semplici come la resistenza di un nemico, o l’avversario a calcio che non prova nemmeno a prenderti la palla. Servono metodi più intelligenti come snellire certe inutili complicazioni e, come in Thief ad esempio, potere agire su diversi parametri da impostare. Trasformare i giochi in noiose passeggiate non aiuta nessuno.

Postato in La difficoltà nei videogiochi torna a far discutere - editoriale

musashi1978

7 ore fa

Ben venga...sempre ben accetti i giochi di qualità

Postato in Outer Wilds è in arrivo anche su PS4?

max8472

7 ore fa

Sulla questione dell'autorialità potrei anche essere d'accordo. Lo sviluppatore ha tutto il diritto di decidere a tavolino ogni aspetto della propria opera. La cosa con cui però non sono d'accordo è sostenere che a loro cambi qualcosa o che in qualche modo l'opera ne "risenta". Questo lo trovo falso. Una volta che ho specificato che il livello di difficoltà x è conforme alla mia "visione", tutti gli altri non devono fare altro che adeguarsi. Non deve essere "fatto bene", non deve considerarsi "troppo facile" né "troppo difficile". La visione originale è quella e non viene stravolta certo da un selettore. Quella che però può essere stravolta è l'esperienza di gioco... per chi è alle prime armi o intimidito dai videogiochi, per finire a chi ha diverse abilità. Con tutti gli altri tra questi due estremi. Si chiama inclusività. Non toglie nulla a nessuno e aggiunge molto per moltissimi. L'autorialità? Assolutamente intatta come detto, dopo aver specificato quale livello di difficoltà è quello inteso dallo sviluppatore. Il problema, come dice bene l'autore del pezzo, è il "rapporto" con gli utenti. Come scrivevo in un commento sotto l'articolo della polemica aperta dalla "signora", una questione di celodurismo. Niente di più, niente di meno. I giocatori "hardcore" si sentirebbero "traditi", l'autorialità... quella non si misura certo con la difficoltà. E se proprio fosse un problema, sono d'accordo con chi sostiene che bisognerebbe partire da tutt'altro paradigma, come l'intelligenza artificiale.

Nello specifico della questione, inviterei l'autore del pezzo a voler fare delle considerazioni sul caso "Pathologic 2", a mio avviso ingiustamente colpito dalla stampa specializzata proprio perché "troppo punitivo", eppure gli sviluppatori sono stati chiarissimi nel dire che quella era la loro "visione", che tra l'altro benissimo si sposa con tematiche e ambientazione di gioco. Senza lo status di "magnifici sviluppatori" che invece pare avere From Software, sono stati costretti a inserire il selettore della difficoltà a furia di recensioni negative... Ovviamente, nella schermata di selezione della difficoltà, invitano caldamente a non abbassare i vari "slider". Parliamone di questo "due pesi, due misure" va'.

Postato in La difficoltà nei videogiochi torna a far discutere - editoriale

Caligola_LXXV

7 ore fa

Se si limita ad esperienze dedicate avrà poca e travagliata vita a mio parere.
O diventa standard e applicabile a qualunque titolo (salvo casi di incompatibilità oggettiva) o è destinata a rimanere un "capriccio" per pochi.

Postato in Secondo Sony "la realtà virtuale ha ancora molto da imparare"

MoriorInvictus

7 ore fa

ps vita 2.0

Postato in Nintendo Switch Lite - prova

MoriorInvictus

7 ore fa

selettore di difficoltà, servono piu modalità anche per chi ha problemi di disabilità...e soprattutto dei comandi user friendly, non come dmc5 o i giochi rockstar dove x fare delle semplici operazioni devi premere mille tasti.

Postato in La difficoltà nei videogiochi torna a far discutere - editoriale

scecchini1

8 ore fa

@lorenzomancosu la scelta degli sviluppatori di cuphead è effettivamente ammirabile, quello dovrebbe essere il senso di una difficoltà maggiore. È vero può essere dispendiosa in grossi giochi, ma certi hard mode sono accessori e mal bilanciati, a quel punto preferisco che bilancino al meglio la modalità facile e quella normale.

Postato in La difficoltà nei videogiochi torna a far discutere - editoriale

scecchini1

8 ore fa

@Glorfindel75 hai ragione, in uncharted 4 la massima difficoltà rende il gioco brutalmente ingiocabile perché basta che ti sfiorino un paio di colpi e muori, costringendoti a giocare in difesa mentre il level design è costruito come un parco giochi. Questi in effetti sono solo cancelli, non è divertente.

Postato in La difficoltà nei videogiochi torna a far discutere - editoriale

Ceppodimerulla

8 ore fa

Ho già capito, lo vado a comprare

Postato in The Legend of Zelda: Link's Awakening - recensione

Empereror

8 ore fa

Preso la limited, qui il raccomandato ci sta da dio

Postato in The Legend of Zelda: Link's Awakening - recensione

UnityIon

8 ore fa

Riscattati tutti e sei alla velocità della luce! Si inizia una maratona fantastica!

Postato in Batman Arkham Trilogy e i 3 LEGO Batman sono disponibili gratuitamente su Epic Games Store

Dakkaremake

8 ore fa

@UnityIon le condizioni economiche non fantastiche non ti danno il diritto di "rubare" un gioco. Non credo che tu vada a rubare il pane al negozio e la stessa cosa non si fa con i vg. I videogiochi sono beni di lusso non necessari alla sopravvivenza

Postato in The Legend of Zelda: Link's Awakening - recensione

UnityIon

9 ore fa

Fantastico! Non vedo l'ora di metterci mano!

Postato in L'action strategico John Wick Hex ha una data di uscita per PC

lorenzomancosu

9 ore fa

@Glorfindel75 Cuphead ad esempio è già un gioco molto impegnativo, ma la cosa che mi ha veramente sorpreso completando l'avventura in modalità Expert è che i boss cambiano proprio tutti i pattern degli attacchi, hanno fasi nuove, ogni scontro diventa qualcosa di diverso. D'altra parte in titoli molto grossi un bilanciamento di questo tipo richiederebbe una grandissima mole di lavoro.

Postato in La difficoltà nei videogiochi torna a far discutere - editoriale

GiEffeTi

9 ore fa

@gabriottto Si, così il messaggio che traspare da Sony è che ci sono giocatori di serie A e giocatori di serie B, non credo che farà un passo falso del genere.

Postato in PS5 potrebbe essere lanciata con due differenti modelli

Glorfindel75

9 ore fa

Il problema legato alla difficoltà oggi è proprio il semplice boost ai punti ferita. Proprio il cancello di cui sopra.
Tanta gente vuole giochi difficili accusando gli altri di rovinargli il divertimento, ma la stessa gente ci racconta che morire tante volte è divertente.
Chiede di avere più divertimento però con roba che non diverte... è paradossale.

Diverso è l'aumento di difficoltà vero, effettivo. E quello è roba rara.
Ad esempio, immaginate l'IA dei nemici. A modalità facile (in un gioco stealth) io mi aspetterei che il compagno non si accorga del collega morto davanti i suoi occhi, ma a modalità difficile mi aspetterei invece che suoni l'allarme e chiami i rinforzi.

Le modalità difficili di tanti giochi di oggi sono come nel primo caso: nessuno si accorge del compagno morto, ma i loro HP sono semplicemente aumentati del 200% oltre all'aumento a dismisura della sensibilità a scoprire la posizione del giocatore (il che non è una difficoltà, ma una truffa, perchè lo sviluppatore applica tutte le magie che vuole...). E' divertente?

Postato in La difficoltà nei videogiochi torna a far discutere - editoriale