Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Cuphead The Delicious Last Course Recensione, un DLC da leccarsi i baffi

Il ritorno di Cuphead e Mugman in un'espansione meravigliosa da vedere e divertentissima da giocare.

“A Cuphead e a suo fratello Mugman piace giocare ai dadi. Per caso si sono imbattuti nel gioco del Diavolo e ne hanno pagato il prezzo!”. Il brano 'Don't Deal with the Devil' di Kristofer Maddigan, composto per l'introduzione dello splendido e peculiare shooter/platform di Studio MDHR Cuphead, riassumeva in breve quelli che sarebbero stati gli avvenimenti narrati nel titolo, un gioco salito agli onori della cronaca sia per il suo brillante gameplay che, ovviamente, per l'incantevole stile visivo, disegnato e animato a mano dai talentuosi artisti in forze allo studio.

In un mondo fantastico che ricordava molto da vicino quello dei cartoni animati americani dei primi anni '30, dunque, l'ormai iconico Cuphead e suo fratello Mugman si ritrovavano invischiati in una letale partita ai dadi nientemeno che con Satanasso Pigliatutto (una versione rivisitata ed edulcorata del classico Diavolo tentatore di biblica memoria, ndR) che, nel giro di poco tempo, avrebbe preteso l'anima dei due sventurati.

L'unico modo per rescindere il contratto e avere salva la vita, per le due giovani tazzine, era quello di accettare di lavorare per il Satanasso come esattori di anime e lanciarsi in difficilissimi scontri contro alcune delle creature più potenti presenti sul suolo dell''Isola Calamaio'.

I boss sono variegati, ben animati e tutti divertentissimi da affrontare.

A raccontarla così sembrerebbe una trama oscura, violenta e adatta ad un pubblico di soli adulti ma, in realtà, uno dei maggiori punti forza di Cuphead è stato quello di raccontare la vicenda con toni leggeri, scherzosi e dannatamente irresistibili, proprio come avveniva, appunto, nei cartoni animati dell'epoca.

Dopo mille peripezie, una volta sconfitto il Diavolo e il suo malefico braccio destro, Re Dado, Cuphead e Mugman sono tornati sotto il tetto di Nonno Bricco, convinti di poter condurre una vita spensierata e lontana dai pericoli dell'Isola. La pace, però, è destinata a durare poco. Una visita inaspettata rivela al duo che Ms.Chalice, la proiezione astrale del Calice Leggendario visto nel gioco originale, desidera riacquisire la sua forma terrena tramite una speciale ricetta ideata dal famoso chef Pinzimonio Salieri che, però, necessita di una serie di rarissimi ingredienti per poter portare a termine il suo capolavoro: il celeberrimo Fantastruffolo.

Il problema è che ciascuno di questi ingredienti è gelosamente custodito tra le grinfie dei potentissimi boss che infestano la nuova Isola Calamaio perciò sarà necessario affrontarli e batterli nei classici duelli dai ritmi forsennati a cui ci aveva abituato il gioiellino dei fratelli Moldenhauer, per poter portare a termine l'obiettivo.

La Rocca dell'Arrocco richiede di sconfiggere alcuni avversari senza utilizzare armi ma solo facendo affidamento sul parry.

Parte da qui, dunque, la nuova avventura di The Delicious Last Course, la nuova espansione sviluppata da Studio MDHR in cui Cuphead e Mugman verranno affiancati dall'inedita Ms.Chalice, un personaggio giocabile che rappresenta una delle principali novità di questo pacchetto scaricabile che, al costo di meno di 8€ (!) garantisce un valore pressoché impareggiabile in termini di contenuti offerti e, soprattutto, di divertimento.

Non fate l'errore di pensare a The Delicious Last Course come a un modo facile di capitalizzare sullo straordinario successo dell'originale Cuphead con un paio di bossfight aggiuntive e poco altro: Chad e Jared Moldenhauer sono riusciti a ripetere la loro magia e a consegnare nelle mani degli appassionati un prodotto che trasuda lo stesso amore, la stessa passione e la stessa cura di cui era infuso il capitolo originale. La sensazione è quasi quella di giocare a un sequel con tutti i crismi, più che a un semplice DLC.

La presenza stessa di Ms.Chalice è emblematica, in tal senso. Questo bizzarro (e adorabile) personaggio, infatti, non è solo una nuova skin con cui affrontare i mille pericoli proposti dal titolo, bensì porta con sé una serie di abilità uniche che vanno a influire direttamente sul solidissimo gameplay già sperimentato nell'illustre predecessore.

I livelli introdotti nel pacchetto sono davvero ostici da portare a termine. Sì, tutto quello che vedete in questa immagine potrebbe danneggiare il vostro personaggio.

Ms.Chalice può eseguire un doppio salto, effettuare un parry automatico durante le schivate e addirittura esibirsi in una capriola per evitare i colpi in arrivo e coprire brevi distanze in un battibaleno. L'introduzione di tutte queste abilità di movimento potrebbero farvi pensare a una sorta di 'modalità facile' per avere la meglio sugli avversari senza sudare le proverbiali sette camicie richieste dal titolo base ma possiamo assicurarvi che la verità è tutt'altra.

Studio MDHR è riuscito a bilanciare correttamente l'esperienza anche attorno alle capacità della nuova arrivata senza sacrificare l'elevato tasso di sfida per cui Cuphead è divenuto celebre. Anche avendo a disposizione un doppio salto, ad esempio, sarà necessario calibrare alla perfezione i movimenti per non essere colpiti da uno dei molteplici proiettili e pericoli vari che andranno a invadere lo schermo. Non una semplificazione delle meccaniche, quindi, ma una gradita variazione sul tema: un modo diverso ma comunque estremamente divertente per giocare.

Dopo aver acquistato il DLC e aver sbloccato Ms.Chalice, inoltre, potrete anche riaffrontare i livelli del pacchetto base sfruttando le nuove abilità a sua disposizione, nel caso in cui aveste bisogno di un motivo in più per iniziare una seconda run.

Cuphead e Mugman tornano in un'avventura inedita in The Delicious Last Course.

Prima di continuare, però, una piccola precisazione. Sebbene The Delicious Last Course possa essere affrontato praticamente come un'espansione stand-alone, dal momento che potrete accedervi già dopo aver completato il primo Mausoleo del gioco principale, dopo meno di un'ora nell'avventura, il nostro consiglio è quello di completare prima la storia del predecessore, se non altro per recuperare gli utilissimi potenziamenti dell'Emporio Cotechino e per familiarizzare con le dinamiche ideate da Studio MDHR, prima di lanciarvi nei terribili stage inclusi nel pacchetto di espansione.

Terribili, nell'accezione più positiva del termine, si intende. Già, perché tutte le bossfight del DLC sono state realizzati con una cura maniacale sotto il profilo artistico e anche, naturalmente, per quanto concerne il gameplay ma sono anche davvero complicatissime da portare a termine a causa delle decine di mosse differenti che ciascun nemico può sfoggiare. Anche in questo caso, proprio come nella precedente avventura, sarà di fondamentale importanza lo studio dei pattern dei colpi avversari in modo da evitare di essere eliminati in pochi secondi e, di conseguenza, riuscire a rispondere sempre con la massima efficacia. Preparate i riflessi ma soprattutto i nervi: incorrerete nel Game Over svariate volte, prima di trionfare!

Ci siamo battuti con maghi di ghiaccio trasformarsi in potentissimi yeti; con insetti gangster impegnati in esplosive pièce teatrali; con aviatori folli capaci di lanciarci addosso qualunque tipo di amenità mentre tentavamo di mantenerci in equilibrio sulla piccola ala di un altro aereo ma anche con un autentico gigante aiutato dal suo infinito esercito di piccoli collaboratori. Insomma, c'è tanta varietà ad attendervi in The Delicious Last Course ma servirà una buona dose di skill meccanica e tanta pazienza per giungere all'inaspettato epilogo.

L'introduzione di Ms.Chalice e delle sue abilità uniche potrebbe essere un buon incentivo per tornare ad affrontare gli stage dell'originale Cuphead.

Come se non bastasse, è stato anche implementato un nuovo tipo di livelli raccolti nella cosiddetta 'Rocca dell'Arrocco' che vi priveranno delle vostre armi preferite e richiederanno di sconfiggere determinati boss, tra cui un simpatico destriero in armatura da cavaliere, contando unicamente sull'abilità di parry a disposizione dei protagonisti: vi daranno parecchio filo da torcere, ve lo possiamo garantire!

Inutile aggiungere che The Delicious Last Course porterà con sé anche tante nuove abilità da acquistare presso l'Emporio Cotechino, tra cui ci preme segnalare un nuovo colpo a tre vie che aumenterà a dismisura la propria precisione e i danni inflitti quando sarete completamente immobili. Una volta imparato il tempismo degli avversari potrebbe rivelarsi un'arma piuttosto potente da aggiungere al vostro inventario!

Concludiamo la nostra disamina parlando del fiore all'occhiello della produzione, il comparto tecnico, semplicemente tra i più belli e ispirati visti in una qualsiasi produzione videoludica in tempi recenti. Studio MDHR dimostra ancora una volta di aver studiato e assimilato l'estetica tipica di un certo modo di fare animazione ormai desueto ma comunque straordinariamente affascinante. I nuovi personaggi e i boss inediti sono tutti magnifici, realizzati con dovizia di particolari e animati tramite la stessa meravigliosa tecnica per cui viene ricordato l'originale. Menzione particolare anche per la colonna sonora che mantiene, anche questa volta, le sonorità tipiche del jazz che ben si sposano con il tipo di atmosfere proposte dal titolo. Un lavoro egregio, non c'è che dire.

In definitiva, The Delicious Last Course è un delizioso dessert da consumare dopo l'eccellente pasto che è stato Cuphead. Un'espansione ricca, spassosa e bellissima da vedere, racchiusa in un pacchetto offerto ad un prezzo davvero alla portata di tutti. L'aggiunta di Ms.Chalice varia notevolmente l'esperienza e può essere anche un buon incentivo per tornare a percorrere le strade della prima Isola Calamaio. Se avete apprezzato la precedente incarnazione del brand, questo DLC vi ruberà letteralmente il cuore.

9 / 10

Scopri come lavoriamo alle recensioni leggendo la nostra review policy.

A proposito dell'autore

Avatar di Riccardo Cantù

Riccardo Cantù

Contributor

Nato nel 1993, Riccardo ha coltivato, negli anni, una passione smodata per tutto ciò che è entertainment. Videogiochi, cinema, fumetti, musica e letteratura sono il suo pane quotidiano e ama le lunghe discussioni riguardanti queste tematiche.

Commenti

More Recensioni

Ultimi Articoli