Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

L'E3 di Nintendo - articolo

Si può vivere di solo Zelda?

La partecipazione di Nintendo all'Electronic Entertainment Expo si è parecchio ridimensionata nel corso degli ultimi anni. Se nel 2004 Shigeru Miyamoto infiammava ancora la platea di Los Angeles, irrompendo sul palco con in pugno la spada e lo scudo di Link, le ultime edizioni sono state ben più modeste, arrivando addirittura ad eliminare del tutto la conferenza pre-show e sostituendola con un evento in streaming. Non è una sorpresa per nessuno, dunque, il fatto che anche questo E3 2016 sarà per Nintendo un evento in sordina, forse il più dimesso in assoluto nella lunga storia della Grande N.

Dalle prime dichiarazioni ufficiali, sembrava addirittura che l'intera presenza dell'azienda allo show si sarebbe limitata ad una lunga sessione di streaming dedicata ad un unico titolo: il prossimo Zelda per Wii U (e, ovviamente, NX). Successivamente, Nintendo ha rettificato affermando che durante gli streaming verrà mostrato anche qualche altro titolo (dovrebbero esserci, ad esempio, i nuovi Pokémon, Monster Hunter e Dragon Quest), ma quel che resta chiaro è che la line-up di Nintendo per l'E3 2016 è fortemente limitata, e che la macchina dell'hype è nei fatti inesistente.

Il tempo dei grandi palchi all'E3 sembra essersi concluso per Nintendo: l'azienda ora punta tutto sugli eventi in streaming, più 'intimi' e mirati.

Ovviamente, c'è un motivo dietro a tutto ciò. L'annata 2015-2016 è stata una delle più difficili in assoluto per la storica casa di Mario, a partire dalla prematura scomparsa dell'amato presidente Satoru Iwata, fino al definitivo collasso delle vendite di Wii U, che ormai è ufficialmente la peggiore console domestica mai realizzata da Nintendo (almeno dal punto di vista del mercato). È evidente che ci troviamo in un periodo di forte transizione e riorganizzazione per la più tradizionale tra le grandi aziende della games industry: l'E3 2016 è piombato tra capo e collo di quella che presto dovrà presentarsi come la "nuova" Nintendo, trovandola ancora impreparata e con i bigodini in testa.

Il risultato è che, riguardo l'E3 di Nintendo, a fare notizia non è tanto ciò che ci sarà, bensì ciò che non ci sarà. A cominciare, ovviamente, da NX. La fantomatica nuova console, di cui attendiamo dettagli concreti ormai da molti mesi, a quanto pare non verrà presentata in alcuna forma. Una scelta singolare, dal momento che già ne conosciamo la data d'uscita ufficiale, per giunta abbastanza prossima nel tempo: marzo 2017.

Di certo, Nintendo non può temere che un reveal di NX nel corso di questo E3 possa danneggiare le inesistenti vendite di Wii U, quindi è lecito interrogarsi sul perché di questa clamorosa assenza. Con ottimismo, potremmo pensare che Nintendo non voglia svelare la sua console con troppo anticipo per paura che gli avversari possano copiarne gli aspetti più innovativi (qualcosa di simile successe già, a suo tempo, con il Wii). Recentemente, però, sono emersi degli interessanti rumor secondo i quali Nintendo avrebbe posticipato la produzione di massa di NX (e forse, dunque, anche la sua uscita) per aggiungere alla macchina nuove feature dedicate alla VR.

Il nuovo Zelda porta su di sé un peso enorme: non soltanto deve dare un pensionamento dignitoso al Wii U, ma anche lanciare NX e, contemporaneamente, rilanciare l'intera Nintendo.

Ovviamente, questa seconda opzione non sarebbe la più rassicurante: intervenire in extremis con modifiche di design così significative, a così pochi mesi dal lancio, non darebbe il segnale di una Nintendo particolarmente "illuminata" per quanto riguarda la futura strada da seguire con la sua nuova console. Resta, comunque, la curiosità di vedere quale sarà il palco che l'azienda sceglierà per mostrare al mondo NX: un reveal che, prima o poi, ci dovrà pur essere...

Gli altri grandi assenti all'E3 2016 di Nintendo sono, ovviamente, i nuovi giochi. Ormai abbiamo sentito dire più volte che l'azienda intende lanciare NX con una line-up molto forte, dunque sta probabilmente tenendo segreto lo sviluppo di diversi titoli importanti, per poi rivelarli in grande stile in prossimità dell'uscita della console. Questo, però, ci lascia a bocca asciutta per quanto riguarda il 2016, anno in cui la tabella delle uscite Nintendo è forse la più deserta di sempre.

L'unica consolazione per tutti i fan della Grande N dovrebbe essere, dunque, il nuovo Zelda. Non è ben chiaro se Nintendo lo presenti come unica freccia al suo arco soltanto perché costretta dalle ragioni strategiche sopra elencate, oppure se dietro c'è anche la convinzione di avere tra le mani un titolo realmente epocale: questo è il primo aspetto che sarà molto interessante scoprire. Sarebbe, ovviamente, molto bello vedere un ritorno alla grande per una serie che, pur avendo mantenuto una certa popolarità, di certo è lontana dai vertici di qualità e innovazione che ha saputo esprimere nel passato. Non so se sia realmente possibile creare un "nuovo Ocarina" al giorno d'oggi, ma questo sarebbe senz'altro il momento in cui più di tutti Nintendo ne avrebbe bisogno.

Nintendo NX dovrebbe uscire tra nove mesi, eppure non ne sappiamo ancora nulla e neppure all'E3 scopriremo qualche dettaglio. Fa tutto parte della normale pianificazione, oppure dobbiamo preoccuparci?

Anche sul fronte Zelda, però, è piuttosto chiaro che Nintendo sta offrendo ai suoi fan soltanto una parte del piatto. Ormai sappiamo che il gioco uscirà contemporaneamente su Wii U e NX: mostrare solamente la versione per la vecchia console, ormai già avviata verso un triste pensionamento, non è il modo migliore per creare hype ed eccitazione. Le esigenze di prudenza e segretezza sono comprensibili, ma in questo caso forse Nintendo avrebbe potuto gettare il cuore oltre l'ostacolo e mostrare ai suoi fan quello che veramente vogliono vedere, per dare loro un'anticipazione sul futuro e accendere la speranza di una riscossa ormai da lungo tempo attesa.

Infine: che fine ha fatto il 3DS? Abbandonare il Wii U al suo destino è una scelta praticamente forzata, ma la console portatile di Nintendo ha ottenuto un buon successo di mercato: il fatto che all'E3 sembri destinata ad essere trascurata in questo modo deve forse farci intendere che la nuova NX sarà effettivamente un sistema "ibrido" (come si vocifera da lungo tempo), in grado di sostituire Wii U e 3DS contemporaneamente?

Prima o poi, scopriremo la risposta a tutti questi interrogativi. Quello che pare abbastanza chiaro, però, è che non lo faremo nel corso dell'imminente E3. Qualunque sia la sorpresa che Nintendo sta custodendo così gelosamente, c'è da sperare che sia di quelle in grado di cambiare realmente le regole del gioco...

Taggato come
A proposito dell'autore
Avatar di Luca Signorini

Luca Signorini

Contributor

Luca gioca e scrive da quando ha scoperto le meraviglie del pollice opponibile. È giornalista ma soprattutto appassionato; non gli toccate Metroid, Stallone, i Black Sabbath e la carbonara e sarete suoi amici per sempre.

Commenti