Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Elden Ring, guida alla missione di Fia per ottenere il finale Era del Crepuscolo

Tutto quello che c'è da sapere su Fia in Elden Ring.

Fia è uno dei primi personaggi che incontrerete in Elden Ring: è infatti uno degli abitanti della Tavola Rotonda, e riposa su un baldacchino in una stanza accanto al Fabbro Hewg.

Fia è un personaggio molto importante: è connessa a diversi altri NPC del gioco (qui la guida completa a tutti gli NPC) e soprattutto e legata a un finale alternativo. Un finale che però non è legato a nessun obiettivo né a nessun trofeo. Per maggiori dettagli sui diversi finali potete consultare la nostra guida ai finali di Elden Ring.

Vediamo nel dettaglio tutta la missione di Fia e come ottenere il suo finale.

Elden Ring: guida alla missione di Fia e come ottenere il finale Era del Crepuscolo

Fia si incontra per la prima volta alla Tavola della Grazia, in una stanza accanto al Fabbro. Se accetterete di abbracciarla, otterrete la Benedizione del Baldacchino e riceverete anche un debuff (un quadrato rosso che potete notare sotto i punti vita). Questo debuff riduce leggermente i vostri punti vita massimi, quindi non preoccupatevi: per poter parlare con Fia avrete bisogno di farvi stringere per svelare ulteriori opzioni di dialogo.

Perché la missione di Fia abbia inizio, dovrete incontrare altri due NPC:

  1. D, che potete incontrare al Luogo di Grazia "Villaggio di Idrocanto", nel cimitero, a Sepolcride Orientale e fare la sua breve missione. Oppure potete incontrarlo direttamente alla Tavola se avete saltato questo primo incontro.
  2. Rogier, che si trova in una cappella nel Castello Grantempesta: potete raggiungere questa piccola chiesetta lasciandovi cadere dai tetti a partire dal luogo di grazia "Torre Baluardo". Una volta sconfitto Godrick, Rogier si trasferirà sulla terrazza della Tavola della Grazia.

Facendovi abbracciare nuovamente da Fia, questa vi parlerà di un Grafopugnale Nero nascosto in una catacomba, e vi fornirà una mappa che indica la posizione della segreta. Tenete a mente che questo evento potrebbe avviarsi solo dopo che avete raggiunto Liurnia Lacustre.

A questo punto dovete recarvi alle Catacombe dei Neri Coltelli, all'estremo nord-est di Liurnia Lacustre. Qui sotto trovate uno screenshot con la posizione esatta.

Una volta dentro le Catcombe, dovete salire sulle mannaie giganti che si schiantano al suolo e usarle per raggiungere il secondo piano. Abbattete il primo negromante, poi liberatevi dei due scheletri nella stanza successiva. In fondo alla stanza troverete un muro invisibile! Colpendolo avvierete una boss fight contro un'Assassina dei Neri Coltelli. Uccidendola, otterrete il Grafopugnale Nero.

A questo punto, dovete tornare alla Tavola e mostrare a Rogier, sulla terrazza, il Grafopugnale. Questi vi racconterà la storia del Marchio della Morte, e vi dirà che un'antica leggenda collega questa vicenda alla Strega Ranni.

Ranni si trova a Tre Sorelle, regione opzionale che si trova oltre il Maniero Cariano a nord della Liurnia Lacustre. Lei è legata alla missione di Ranni per l'ottenimento del finale Era delle Stelle, di cui abbiamo creato una guida, ma essendo strettamente legata alla missione di Fia dovrete comunque entrare in contatto con Ranni. Quindi raggiungete subito Ranni.

Andando da Ranni vi dirà che non ha intenzione di condividere i suoi segreti. Tornate da Rogier, e questi vi dirà di mettervi al servizio di Ranni per raccogliere informazioni. Ranni, a questo punto, vi accetterà nelle sue file. Per proseguire nella missione non vi resta che compiere tutta la missione di Ranni finché non recupererete le tracce del Marchio del Millepiedi.

Nota: il prossimo step è slegato dalla missione di Ranni

Quando avrete raggiunto l'Altipiano di Altus per la prima volta, potrete tornare da Fia, farvi abbracciare e parlarle: vi darà un pugnale dicendovi di cercare il suo proprietario. Il proprietario del pugnale è proprio D: consegnate il pugnale all'uomo e riposate alla Tavola Rotonda. Quando vi sveglierete, la porta sigillata accanto al fabbro sarà aperta, D. sarà morto e sopra il suo corpo ci sarà Fia, che svelerà di essere la Compagna di Morte Phia, dicendo che si ritirerà al Trono del Principe della morte. Ricordatevi di recuperare l'armatura di D. perché vi servirà in seguito.

A questo punto Fia si sposterà al Seggio del Principe della Morte, un'area che si trova in fondo all'abisso di Radici. Per raggiungere questa zona dovete partire dal bosco di Nokron, Città Eterna, un luogo che si visita completando la missione di Ranni. Dal bosco, tenete la destra e lasciatevi cadere per raggiungere l'Acquedotto di Nokron, che potete vedere nell'immagine qui sotto.

Dovrete sconfiggere un boss, un doppio Gargoyle, e poi dovrete entrare nel Sarcofago vicino alla cascata per raggiungere la nuova area, l'Abisso di Radici.

In fondo all'Abisso di Radici troverete il Seggio del Principe della Morte, e con esso ritroverete anche Fia. Se avete recuperato il Marchio del Millepiedi, potrete consegnarlo a Fia, che riposerà accanto al suo sposo. Riposando al Luogo di Grazia e interagendo con Fia, potrete sfidare il Dracolich Fortissax, che se sconfitto vi premierà con la Runa della Morte.

Opzionale: Nell'acquedotto di Nokron potrete incontrare il fratello gemello di D. Dandogli l'armatura del fratello morto, questi si incamminerà alla ricerca di Fia, e dopo che avrete concluso la missione della donna otterrà la sua vendetta e voi potrete recuperare sia l'armatura di D che la sua arma unica.

A questo punto, con la Runa della Morte, potrete sbloccare il finale Era del Crepuscolo dopo aver sconfitto il boss finale.

E questo è tutto!

Altre pagine nella Guida di Elden Ring

Ultima Patch:

Soluzioni:

Guide:

A proposito dell'autore

Avatar di Lorenzo Mancosu

Lorenzo Mancosu

Contributor

Cresciuto a pane, cultura nerd e videogiochi, i suoi primi ricordi d'infanzia sono tutti legati al Super Nintendo. Dopo aver lavorato dentro e fuori dall'industry, è finalmente riuscito ad allontanarsi dalle scartoffie legali e mettere la sua penna al servizio di Eurogamer.it.

Commenti