Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Elden Ring, dove trovare il Lord Draconico Placidusax e come sconfiggerlo

La posizione del boss opzionale nascosto di Farum Azula.

Il Lord Draconico Placidusax è uno dei boss opzionali più nascosti di Elden Ring, legato tra le altre cose a una delle missioni secondarie più misteriose e intricate presenti nel titolo.

Attenzione, perché tutto ciò che segue presuppone che abbiate già attivato la Forgia dei Giganti nelle Vette dei Giganti. Per incontrare Placidusax, infatti, è necessario avere già ottenuto l'accesso (durante la trama) alla regione di Farum Azula in Frantumi.

L'arena in cui si combatte Placidusax, infatti, è l'unico luogo in cui è possibile utilizzare l'Ago di Miquella, ricompensa finale per aver completato tutta la missione di Millicent e per aver sconfitto Malenia, Lama di Miquella.

Una volta recuperato l'Ago di Miquella, infatti, è possibile utilizzarlo nell'arena di Placidusax per purificarsi dalla Fiamma Frenetica. Un effetto piuttosto curioso, non credete? Ancora più curioso dal momento che l'unica utilità di ottenere il potere della Fiamma Frenetica per poi curarsi sta nella possibilità di salvare la vita di Melina, ma anche se doveste riuscire a salvarla non ci sarà alcun dialogo aggiuntivo. Se volete maggiori dettagli, date un'occhiata alla nostra guida al finale della Fiamma Frenetica.

Ma torniamo a Placidusax: questo è un boss opzionale che si nasconde nella zona di Farum Azula in Frantumi, un'area del gioco che sarà disponibile solamente dopo aver attivato la forgia dei giganti. Oltre alla suddetta possibilità di usare l'Ago, Placidusax ricompensa il giocatore con la sua Rimembranza, da cui si possono ottenere una spada Destrezza e un Incantesimo tra i più forti di tutto Elden Ring, e una grande quantità di anime.

Ecco dove trovare Placidusax a Farum Azula:

  • Partite dal Luogo di Grazia "Granponte". Anziché procedere sul Granponte, tornate indietro da dove siete venuti, prendendo l'ascensore e scendendo verso il basso.
  • A questo punto superare le Bestie di Farum, uscite all'esterno della cappella e vedrete degli alberi dritti di fronte a voi: superate gli alberi, guardate giù dal dirupo, e vedrete una serie di piattaforme su cui potete saltare. Seguite tutto il sentiero fino ad arrivare accanto al tornado gigante.

Una volta arrivati qui non dovete fare altro che usare il comando "Stenditi" che sarà disponibile sulle rovine fluttuanti. Così facendo tornerete indietro nel tempo fino al momento in cui Placidusax era ancora vivo, e otterrete la possibilità di affrontarlo.

Placidusax è un nemico estremamente potente, per quanto riguarda gli attributi: ha tantissimi HP e infligge una devastante quantità di danni, essendo anche dotato di attacchi che possono uccidervi in un sol colpo (nello specifico l'artiglio di fulmine del drago antico). Nella prima fase Placidusax sarà statico, evocherà tempesta di fulmini e attaccherà raramente, lasciandovi tutto lo spazio di andargli alle spalle e massacrarlo di botte. I problemi, però, iniziano nella fase 2, che si attiverà al 50% degli HP.

In questo momento, lo scontro di Placidusax è segnato da un bug: può capitare che appena inizia la fase 2, dopo il suo primo attacco in teletrasporto, il drago a due teste cada vittima di un bug che lo lascia completamente immobile. Inutile dire che se si verifica una situazione del genere potete semplicemente colpirlo finché non muore. In caso ciò non accada, Placidusax inizierà a teletrasportarsi di continuo per l'arena, spostandosi ogni volta che lo raggiungete e aggiungendo al suo set di attacchi un'artigliata volante che può eliminarvi con un sol colpo anche a 45 di Vitalità.

Una volta sconfitto Pacidusax, potete tornare nell'arena quando volete per utilizzare l'Ago di Miquella.

Altre pagine nella Guida di Elden Ring

Ultima Patch:

Soluzioni:

Guide:

A proposito dell'autore

Avatar di Lorenzo Mancosu

Lorenzo Mancosu

Contributor

Cresciuto a pane, cultura nerd e videogiochi, i suoi primi ricordi d'infanzia sono tutti legati al Super Nintendo. Dopo aver lavorato dentro e fuori dall'industry, è finalmente riuscito ad allontanarsi dalle scartoffie legali e mettere la sua penna al servizio di Eurogamer.it.

Commenti