Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Fight Night Champion

Raggiunta la vetta, si riparte da zero.

C'è poco da fare. Electronic Arts, la casa che un tempo era famosa per l'approccio "copia e incolla" con cui trattava i seguiti annuali dei suoi marchi più famosi, da qualche tempo a questa parte ha intrapreso una strada ben diversa, fatta di sperimentazione, idee e desiderio di evolversi.

Dopo aver rivisitato completamente la serie di Fight Night col primo capitolo del nuovo corso, perfezionandone all'estremo la formula in quattro tappe, EA ha deciso di cambiare ancora le carte in tavola, in modo da offrire ai fan della nobile arte un'esperienza in costante evoluzione.

Fight Night Champion rappresenta per i programmatori una vera sfida, proprio a causa dell'ottimo livello già raggiunto col recente Round 4. Ogni singolo aspetto del vecchio gameplay è stato messo in discussione, così da raggiungere livelli qualitativi ancora più alti.

A quanto abbiamo potuto vedere durante la presentazione portata avanti dai programmatori, non solo questo nuovo episodio della serie risulterà ancor più solido e spettacolare dal punto di vista grafico, ma aggiungerà a un'esperienza già convincente un ulteriore grado di realismo.

Il vecchio sistema di controllo, che prevedeva l'uso dello stick destro del pad per l'esecuzione dei vari tipi di pugno, verrà rimpiazzato da una sua diretta evoluzione, dove gli ampi (e spesso troppo lenti) movimenti rotatori saranno sostituiti da comandi ben più veloci e precisi.

In pratica, per effettuare un uppercut destro non sarà più necessario inclinare la levetta a ore cinque e poi ruotarla verso destra fino a ore dodici, ma basterà la prima parte del movimento (la semplice inclinazione, quindi) per impartire al pugile virtuale il comando in questione.

Il trailer del gioco.

Per variare la potenza dei colpi basterà tenere premuto il grilletto destro del pad, che spingerà il pugile a mettere maggior peso durante l'esecuzione del colpo, così da causare danni più ingenti. Grazie a questa nuova caratteristica, non sarà più possibile prevedere con troppa facilità quando l'avversario si appresterà a portare a segno un haymaker, visto che i movimenti ampi e sgraziati degli scorsi episodi lasceranno spazio ad animazioni più realistiche e meno esagerate.

Tutto questo avrà un impatto notevole nella gestione delle combo, che finalmente potranno essere eseguite con il tempismo e la precisione ideali per entrare nella guardia dell'avversario.

La velocizzazione dei comandi legati all'attacco, ovviamente, richiederà un'evoluzione adeguata anche sul fronte della difesa, ed è per questo che in Fight Night Champion l'intero sistema difensivo verrà profondamente modificato.

Nelle nuove dinamiche di gioco, infatti, basterà tenere premuto un tasto per spingere il pugile su schermo ad alzare la guardia e a fare il possibile per attutire i colpi ricevuti.

A proposito dell'autore
Avatar di Filippo Facchetti

Filippo Facchetti

Contributor

Filippo Facchetti è un rispettabile nerd da sempre appassionato di "giochini elettronici". Prima di approdare a Eurogamer scrive per importanti riviste di settore e conduce programmi TV dedicati all'intrattenimento digitale.

Commenti