Crackdown Articoli

Che fine ha fatto il 'power of the cloud'? Crackdown 3 è stato finalmente lanciato, la scorsa settimana, con la sua modalità multiplayer online, Wrecking Zone, che presenta l'iterazione finale del motore di gestione della fisica di gioco basato sul cloud, rivelato per la prima volta da Microsoft nel 2015. Forse inevitabilmente, però, il prodotto finale include solo una piccola parte di quanto visto nella demo iniziale e, mentre Wrecking Zone è ricca di potenziale, il gioco in sé è poco brillante.

ArticoloLe uscite del mese di febbraio - articolo

L'attentato ai vostri portafogli di Anthem, Crackdown 3, Metro Exodus e altro ancora.

È ufficialmente giunto il momento di mettere mano ai nostri portafogli e di affrontare con coraggio un mese che da molti giocatori e addetti ai lavori è già stato bollato come il nuovo autunno videoludico. Già perché questo febbraio 2019 ha l'aspetto di un ottobre o di un novembre, di un mese pieno zeppo di uscite AAA che non è di certo una prassi per il periodo iniziale dell'anno.

Quando Dave Jones, uno dei creatori di Lemmings, Grand Theft Auto del primo Crackdown, è salito sul palco della conferenza Microsoft alla Gamescom 2015 per presentare le prime immagini della pre-alfa di Crackdown 3, ai giocatori è stata promessa un'esperienza multiplayer competitiva, open-world con scenari "distruttibili al 100%". È stato annunciato che, connettendosi con il Microsoft Cloud, Crackdown 3 avrebbe beneficiato di una potenza computazionale ben 20 volte superiore rispetto alla Xbox One standard. Mentre gli edifici virtuali venivano rasi al suolo nel modo più realistico e credibile che abbiamo mai visto in un videogioco, i fan di Crackdown hanno iniziato a fantasticare sul tipo di gioco che, un giorno, avrebbero potuto giocare.

Con quel sottotitolo ho voluto essere spiritoso, per non dire auto-indulgente. (Per chi non lo sapesse, è un riferimento al pungente editoriale del mio predecessore Tom Bramwell in merito al programma malandato di Microsoft, riguardo a come avrebbe funzionato il software su Xbox One, piano che è stato poi dismesso.) Con l'annuncio dei giorni scorsi che tutte le esclusive di prime parti verranno aggiunte al servizio su abbonamento Xbox Game Pass il giorno stesso dell'uscita, Microsoft non sta uccidendo la proprietà. Non ci sta nemmeno provando.

ArticoloXbox One X - prova

Siamo andati a Londra per giocare tutta la line-up di lancio della console!

Il prossimo novembre Xbox One X, da molti conosciuta con il nome di Scorpio, arriverà sul mercato. Il suo sarà un lancio un po' sui generis, dato che con il rinvio di Crackdown 3 a data da destinarsi non ci saranno esclusive di peso ad accompagnare la console sugli scaffali.

A due anni dalla presentazione di Crackdown 3 durante la Gamescom di Colonia, torniamo a parlare dell'action/sandbox game di Sumo Digital anche e sopratutto perché mancherà l'appuntamento con il lancio di Xbox One X, lasciando sguarnito di esclusive il debutto della "console più potente al mondo".

ArticoloAAA Esclusive Xbox One cercasi - editoriale

Una crisi creativa che va ben oltre la cancellazione di Scalebound.

I giochi in esclusiva? "Solo quando siamo fiduciosi della qualità e della data di uscita". Sembra quasi un'ammissione di colpa quella di Phil Spencer, numero uno della divisione Xbox di Microsoft, che in risposta a un utente su Twitter ha lasciato intendere che, d'ora in avanti, l'azienda avrà un approccio più cauto quando si tratta di presentare le sue esclusive.

ArticoloE3 2017: Crackdown 3 - prova

La distruzione è di gruppo.

Dopo tanta attesa Crackdown è pronto per tornare sulle nostre Xbox. Lo fa con un episodio dalla nascita un po' travagliata, che per lungo tempo ha rischiato di finire tra Scalebound e Fable Legends, ma che alla fine è riuscito a terminare il suo processo di sviluppo. Anzi, gli è stato dato l'onere e l'onore di essere il "gioco di lancio" di Xbox One X, il nuovo capitolo del brand di Microsoft in uscita il prossimo 7 di novembre.

ArticoloCrackdown 3: distruzione totale - anteprima

Microsoft rimette in discussione la potenza del cloud.

Colonia - Nell'aprire quest'anteprima di Crackdown 3 ci sono due discorsi da fare. Il primo riguarda uno dei chiodi fissi di molti videogiocatori, ossia la possibilità di distruggere tutto. Prima le suppellettili e gli arredamenti, poi le casse, quindi i muri... la sete di distruzione dei gamer negli anni s'è rivelata sempre più implacabile, fino ad arrivare al Levolution di Battlefield 4 e soprattutto al GeoMod Engine dei Red Faction, che consente di alterare la geometria dei livelli tramite la distruzione di ampie porzioni degli scenari. Perché tutto deve reagire alla nostra potenza di fuoco, alla nostra forza, e se non accade storciamo il naso.