Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Kingdom Hearts HD 2.5 reMIX, fan service o capolavoro? - prova

Un salto nel passato tra Final Fantasy e Disney.

Milano - La serie di Kingdom Hearts si è sempre saputa muovere egregiamente su quel sottilissimo confine che divide i giochi creati come fanservice e quelli che invece hanno pienamente diritto di ergersi sulle loro gambe.

Questo perché da una parte è innegabile che la presenza dei personaggi di Disney, mescolati con quelli dei vari Final Fantasy, potrebbe bastare da sola a giustificare l'esborso del prezzo del biglietto. È ugualmente vero, però, che dietro a questo aspetto si nasconde un prodotto divertente e ben orchestrato, capace di tenere incollati alla schermo per tutta la sua durata grazie a combattimenti spettacolari e, perché no, anche una storia piacevole da seguire e ricca di colpi di scena.

L'essere riusciti a mescolare questi due elementi ha consentito a Square Enix di rendere la sua serie una tra le più attese e amate del panorama videoludico sia orientale, sia occidentale, tanto che in molti sono in frenetica attesa di qualche nuova notizia del terzo capitolo ufficiale.

Per aiutarli a passare il tempo, Square Enix ha deciso di riunire tutti i giochi finora prodotti sotto il marchio Kingdom Hearts in due collezioni, in modo da dare ai possessori di PlayStation 3 la possibilità di avere la serie completa sulla loro console.

Il mix tra i personaggi di Square e quelli di Disney è sempre eccezionale.

Il primo Kingdom Hearts HD 1.5 ReMIX, uscito lo scorso settembre, contiene la versione in alta definizione di Kingdom Hearts Final Mix e Re:Chain of Memories e un adattamento cinematografico di Kingdom Hearts 358/2 Days.

"C'è voluto diverso lavoro per il porting di prodotti concepiti su console con standard tecnici molto diversi"

Una formula simile è stata riutilizzata anche per Kingdom Hearts HD 2.5 ReMIX, dato che conterrà le versioni riadattate di Kingdom Hearts II Final Mix e Kingdom Hearts Birth by Sleep Final Mix, più l'adattamento cinematografico di Kingdom Hearts Re:coded, gioco uscito per Nintendo DS nel 2010.

Presso gli uffici di Koch Media, il distributore italiano di questa collezione, abbiamo potuto provare diverse demo di Kingdom Hearts HD 2.5 ReMIX , in modo da verificare come stanno procedendo i lavori di adattamento.

Questo perché, nonostante i giochi siano identici alla versione originale, con gli eventuali difetti inclusi, c'è voluto diverso lavoro da parte di Square Enix per portare su PS3 dei prodotti concepiti su console con standard tecnici molto differenti.

Il sistema di combattimento unisce le magie tipiche dei Final Fantasy con uno stile più action.

Per esempio, Kingdom Hearts II Final Mix è stato sviluppato per un rapporto dello schermo in 4:3. Il lavoro di adattamento ha dovuto ricodificare tutte le scene in modo da essere piacevoli anche nel formato panoramico, cercando soprattutto di evitare distorsioni dell'immagine.

"Entrambe le versioni vanterranno tutti i contenuti per le versioni occidentali e orientali del gioco"

Decisamente più complesso, però, è stato il lavoro di adattamento di Kingdom Hearts Birth by Sleep Final Mix, dato che il gioco, nato su PSP, non prevedeva l'utilizzo di una seconda leva analogica, con tutte le difficoltà del caso nell'inquadrare il bersaglio. Inoltre è stata rivista la modalità Mirage Arena, in modo da poter essere giocata in single player e non in multi, come nell'originale.

Come si può intuire dai complicatissimi nomi entrambe le versioni saranno quelle "definitive", ovvero vanterranno tutti i contenuti usciti per le versioni occidentali e orientali del gioco, per l'esperienza, crediamo, più completa.

Infine Kingdom Hearts Re:coded dovrebbe riassumere, in circa tre ore di filmati, la storia del gioco per DS. Solo che per farlo, il co-director Tai Yasue ha detto che Square Enix ha dovuto rigirare circa 2/3 delle scene animate, aggiungendo episodi inediti e retroscena che sveleranno nuovi dettagli della trama.

Lo stile è sempre eccezionale, ma si vede che la ricchezza poligonale e le texture sono di un'altra generazione.

Una volta preso il pad in mano il feeling con i giochi è stato immediato, principalmente perché, a parte una definizione superiore, tutto sembra esattamente dove ce lo ricordavamo. Il gameplay è rimasto il semplice, veloce ed intuitivo mix tra gioco di ruolo e action game nel quale utilizzare le tipiche magie del mondo di Final in scenari presi di peso dall'immaginario di Disney.

"Tornano anche i problemi, come la telecamera un po' ballerina"

Questo però vuol dire anche che tornano i problemi con una telecamera un po' ballerina che non sempre è in grado di seguire l'azione come vorremmo. Esattamente come nove anni fa basterà fare un po' la mano con i controlli e con il sistema di lock-on per avere sotto controllo la situazione, ma non nascondiamo che ci sarebbe piaciuto vedere sistemato questo difetto.

Anche perché in Birth by Sleep è per forza di cose amplificato, vista l'assenza in origine del controllo tramite leva analogica destra. È vero che in questa versione rimasterizzata si potrà utilizzare, ma il feeling e la reattività, almeno in queste demo, non sono le stesse di quelle ottenibili in un gioco con quest'opzione nativa.

Se dal punto di vista audio il lavoro svolto è eccezionale, da quello video bisogna fare dei distinguo. Questo perché l'adattamento, da certi punti di vista, potrebbe considerarsi perfettamente riuscito, dato che non abbiamo notato difetti o problemi tecnici, ma di sicuro mette in evidenza tutti gli anni che questi due giochi si portano sul groppone.

Non mancheranno i combattimenti contro dei super-cattivi.

Nonostante il character design sia encomiabile, si vede che il motore poligonale e le texture sono molto più poveri e spogli di quanto siamo ormai abituati e soprattutto il gioco PSP potrebbe far storcere il naso a qualcuno, se sparato su pannelli particolarmente ampi. Insomma, la differenza di attenzione nell'adattamento con Final Fantasy X si vede tutta.

Entrambi i giochi rimangono comunque ben caratterizzati, colorati e divertenti, soprattutto se si scende a patti con l'età che hanno.

Da questa nostra prova emerge dunque quello che molti fan di Kingdom Hearts attendono: ovvero una versione fedele fino all'inverosimile dei giochi che tanto amano, grazia alla quale riunire sulla stessa console tutta la serie in modo da rinfrescare la memoria nell'attesa del terzo capitolo.

In questo caso il lavoro svolto su Kingdom Hearts HD 2.5 ReMIX sembra perfetto e non rimane che attendere la sua uscita, prevista per fine anno.

A proposito dell'autore

Avatar di Luca Forte

Luca Forte

Contributor

Luca si divide tra la gestione del ruspante VG247.it e l'infestare Eurogamer con i suoi giudizi sui giochi sportivi, Civilization, Fire Emblem, Persona e Football Manager. Inviato d'assalto, si diverte a rovinare le anteprime video dei concorrenti di tutto il mondo in modo da fare sembrare le sue più belle.

Commenti

More Anteprime

Ultimi Articoli