Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Mario Kart 8 Deluxe - prova

Il Mario Kart più bello di sempre?

Va bene, il Wii U non verrà certo ricordato come la più amata console della Grande N, ma non si può dire che sia stato solo un buco nell'acqua. Il concept del paddone forse non ha conquistato il grande pubblico (ma serviva per Switch a quanto pare) e i giochi sono usciti col contagocce, ma se siete appassionati di Mario Kart è probabile che lo abbiate praticamente consumato a forza di derapate e imprecazioni al cielo.

Mario Kart 8 è il miglior titolo della serie? Secondo alcuni sì, secondo altri quasi, secondo tutti è ottimo. Vuoi farti scappare l'occasione di riproporlo in edizione potenziata sulla tua nuova macchina da gioco tutta scintillante? Non ci vuole un esperto di pianificazione economica per vedere l'ovvia opportunità dell'operazione di Nintendo, che con Mario Kart 8 Deluxe porta su Switch uno dei suoi migliori giochi degli ultimi anni, riuscendo addirittura nell'ardua missione di migliorarlo.

Sì, perché se credete che Switch sia una console domestica che se ne sta attaccata al televisore, Mario Kart 8 gira ancora meglio che su Wii U, il doppio meglio giusto per essere chiari. Collegate Switch al vostro pannello e vedrete le avventure sgommanti dell'idraulico conquistarvi dallo schermo in alta definizione: i 1080p sono finalmente realtà anche per questo titolo (che sulla vecchia console girava a 720p) e la differenza è tutta una libidine.

Quando si salta gli Inkling si trasformano in calamari, una delle solite chicche Nintendo.

Se già su Wii U la risoluzione non ottimale passava in secondo piano grazie a direzione artistica e spettacolarità cromatiche varie, con Switch si assiste a una meraviglia in movimento che senza grossi dubbi ci fa dire che sì, la versione definitiva di Mario Kart 8 si chiama Deluxe e gira su Switch. Detto questo, non è certo il raddoppio della risoluzione a valere da solo l'acquisto di un gioco con ormai tre anni sulle spalle. Volete sapere perché invece ci cascheranno in tanti?

Per scoprirlo siamo tornati a provare Switch dopo averlo visto durante l'evento londinese, dedicando più tempo ai giochi e meno allo smanettio goduto dei Joy-Con (sul serio, sono davvero degli oggetti piacevoli da toccare). Abbiamo impugnato Switch in modalità "Megazord" (quella con i Joy-Con attaccati) e speso qualche secondo per renderci conto di come, davvero, un gioco bello come Mario Kart 8 sia di fatto diventato portatile. Alla faccia tua, tredicenne degli anni '90.

Sappiamo bene tutti come la serie di Mario Kart sia particolarmente adatta alla portabilità e allora ecco che il debutto su Switch ci sta come il cacio sui maccheroni, per dirla come le nonne. Switch è comodo da impugnare, ragionevolmente leggero e soprattutto ha uno schermo di dimensioni notevoli per essere una console portatile, fattore che permette di godersi velocità e pulizia grafica.

Grazie al wi-fi locale è scattato lo sfidone a quattro (ma il gioco supporta fino a otto giocatori) e abbiamo potuto vedere come senza lag e con la sola imposizione del turbo l'esperienza sia filata liscia senza alcun singhiozzo. Nel gioco sono presenti tutti i tracciati che abbiamo imparato a conoscere a menadito su Wii U, con l'aggiunta di qualche arena per la modalità battaglia, ma le maggiori novità le abbiamo incontrate sul fronte di personaggi e oggetti.

Ci sono nuovi veicoli ispirati a Splatoon (ottimo il razzo che ha permesso a chi vi scrive di primeggiare sul circuito di Hyrule alla faccia di Luca Forte) che chiaramente fanno il paio con i calamari incontrati nella prima volta nello sparatutto a base di colori. Oltre agli Inkling fanno il loro gradito ritorno Re Boo, Tartosso e Bowser Junior, ma le novità non finiscono qui: anche sul fronte degli oggetti, infatti, troviamo qualche nuova aggiunta. La piuma permette di fare un bel salto col kart, mentre Boo va a rubare gli oggetti agli avversari, il tutto tenento presente che ritorna la possibilità di averne due contemporaneamente.

Insomma, le novità di Mario Kart 8 Deluxe forse non sono particolarmente pesanti, ma nemmeno trascurabili. Va detto, però, che ci saremmo aspettati di vedere almeno una nuova coppa con qualche tracciato inedito, ma diciamo che ancora Nintendo potrebbe non aver svelato tutte le sue carte (e magari la tiene da parte per un DLC).

Torna Bowser Junior, ora nel multiplayer locale per 8 giocatori potrete fare lo sfidone a tema Boweserotti.

Ultima novità di cui dobbiamo parlare, che però è chiaramente dedicata ai giocatori più giovani, è la guida assistita. Praticamente è possibile attivare un aiuto speciale che impedisce al giocatore di andare a sbattare contro i muri o di finire fuori pista, utilizzabile in tutte le cilindrate. Difficile che su Eurogamer ci sia qualcuno interessato personalmente a questa possibilità, ma se avete un figlio/nipotino/fratellino piccolo allora ecco che potrebbe tornarvi utile.

Per valutarne nel dettaglio il titolo Nintendo vi diamo appuntamento alla primavera, visto che l'uscita al momento è fissata per il prossimo 28 aprile, forse per motivi di sviluppo o forse per cercare di spalmare i giochi lungo più mesi possibile. Le nostre prime impressioni sono comunque positive: Mario Kart 8 Deluxe, se tutto va bene, sarà il più bel Mario Kart domestico e il più bel Mario Kart portatile allo stesso tempo, mica pizza e fichi.

A proposito dell'autore
Avatar di Alessandro Arndt Mucchi

Alessandro Arndt Mucchi

Contributor

Giocatore cronico, lettighiere notturno, cuoco discreto, giurisprudente perplesso, musicista part-time, giornalista dal 2006. Da sempre esperto di versetti.

Commenti