Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

A Plague Tale Requiem su PS5: Asobo è entusiasta e spiega come sfrutterà console e DualSense

PS5 e DualSense permetteranno allo studio di creare cose prima impossibili.

Asobo Studio ha già detto di aver intenzione di sfruttare l'hardware più potente della current-gen, facendo cose che prima erano impossibili per il sequel di A Plague Tale, A Plague Tale Requiem.

Sebbene molti abbiano subito dedotto che questa affermazione si riferisse alla parte visiva, sembra che la potenza aggiuntiva fornita dalle nuove console consentirà al team di espandere non solo la portata narrativa del titolo, ma anche il gameplay stesso.

Intervistato da PLAY Magazine (numero 19), una rivista dedicata a PlayStation, il Lead Level Designer di Asobo Studio, Kevin Pinson, ha parlato brevemente dell'utilizzo da parte del team della potenza di PS5, del modo in cui ha permesso di sfruttare l'illuminazione e del modo in cui i giocatori vedranno questa maggiore potenza all'interno del gameplay stesso.

"Nello specifico, il nostro è un gioco sulla luce", ha dichiarato Kevin Pinson.

"La potenza di PS5 ci permette di avere più luci e di fare più cose. Dal punto di vista del motore di gioco è molto costoso usare la luce come meccanica di gioco, ma questa generazione ci permette di usare luci più dinamiche". La luce era naturalmente una meccanica importante nel gioco precedente, in quanto permetteva di tenere i topi lontani da Amicia, ma questo aspetto viene ampliato con l'uso del catrame.

Quando lo si getta su una fiamma aperta, questa sostanza appiccicosa aumenta il raggio di fiamma della torcia per un certo periodo di tempo, mentre la luce più ampia permette di raggiungere aree che prima non si potevano raggiungere.

Sebbene il team abbia già fatto esperienza con entrambe le piattaforme current-gen con l'uscita di una versione rimasterizzata di A Plague Tale, per quanto riguarda PS5 si nota che gli sviluppatori stanno puntando "il doppio" sulle caratteristiche di DualSense.

Il processo di rimasterizzazione del gioco originale per PS5 ha giovato al team, aiutandolo a capire in anticipo quali caratteristiche uniche potevano essere implementate sulla console.

Naturalmente lo studio sta raddoppiando l'uso del feedback aptico del DualSense per garantire che tra le dita si senta davvero la terribile sensazione di essere sommersi dai ratti.

"Con Requiem è molto importante anche il paesaggio sonoro e la fisicità dell'ambiente, quindi cerchiamo di trascriverlo nel feedback aptico.

"È davvero bello giocare con il DualSense. Sono felice del fatto che i fan lo giocheranno presto, dandoci il loro feedback".

A Plague Tale Requiem verrà lanciato ufficialmente il 18 ottobre su PS5, Xbox Series X/S e PC.

Fonte: Mp1st.

A proposito dell'autore

Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti