Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Battlefield 2042 non rimuoverà le forze armate russe

Parla DICE.

Battlefield 2042 di EA ha attirato una buona dose di polemiche dal suo lancio, avvenuto lo scorso novembre, con i giocatori scontenti per l'omissione di funzioni chiave al momento del lancio e per alcune decisioni di design discutibili che hanno provocato le reazioni dei fan.

Dopo l'uscita ci sono stati aggiornamenti che hanno corretto il corso di Battlefield 2042, con il lancio tardivo della prima stagione questo mese che ha introdotto una nuova mappa e caratteristiche che sono state apprezzate dalla community.

Nonostante questi aggiornamenti, tuttavia, Battlefield 2042 continua a far combattere i giocatori sotto la bandiera russa come una delle due fazioni del gioco, una decisione che non è molto gradita alla luce dell'invasione dell'Ucraina da parte delle forze russe e considerando la decisione di EA di rimuovere i club russi e la nazionale di calcio russa da FIFA 22, FIFA Mobile e FIFA Online.

"Prima di tutto, noi di DICE eravamo ovviamente scioccati come tutti gli altri il 24 febbraio, quando ci siamo svegliati per vedere cosa stava accadendo nell'Europa dell'Est", ha dichiarato Rebecka Coutaz, direttore generale di EA DICE, in una recente intervista con Eurogamer.net. "Abbiamo molti membri del team che provengono dall'Europa dell'Est e abbiamo dovuto occuparci di questo, in modo che si sentissero a loro agio. Li abbiamo ascoltati e aiutati a prendersi cura di loro stessi".

"Questa è stata la nostra prima preoccupazione. La seconda preoccupazione è che siamo un gioco sparatutto militare e oggi in Battlefield 2042 una delle fazioni avversarie è russa. Abbiamo fatto una verifica del gioco e abbiamo cercato di essere il più sensibili possibile, con il massimo rispetto possibile per tutto ciò che facciamo".

Alla domanda se questo potrebbe cambiare, Coutaz ha risposto che sarebbe difficile da attuare. "È molto difficile da cambiare in questo gioco di intrattenimento".

EA ha successivamente fornito un'ulteriore risposta, fornendo una dichiarazione ufficiale sulla continua presenza della Russia in Battlefield 2042.

"Mentre le premesse di Battlefield 2042 e i contenuti recentemente lanciati per la Stagione 1 rimangono rappresentativi del gioco, abbiamo verificato e adattato i contenuti (sia nel gioco che nel marketing) per essere sensibili alla situazione nell'Europa orientale", ha dichiarato un portavoce di EA a Eurogamer.net. "Le fazioni russa e statunitense, così come sono rappresentate oggi in Battlefield 2042, continueranno nelle nostre Stagioni del servizio live. Continuiamo a monitorare la situazione e ci adatteremo quando necessario".

Fonte: Eurogamer.net.

A proposito dell'autore

Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti