Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Call of Duty su PlayStation o esclusiva Xbox? La confusione potrebbe aiutare parecchio Battlefield

Secondo il CEO di EA, Andrew Wilson, il futuro incerto di COD potrebbe far 'riemergere' Battlefield.

L'amministratore delegato di Electronic Arts, Andrew Wilson, ha dichiarato che la confusione sul futuro di Call of Duty, e in particolare se diventerà un franchise esclusivo di Xbox, potrebbe aiutare la serie Battlefield di EA.

Durante un evento tenutosi di recente presso Goldman Sachs, Wilson ha affermato che Battlefield, essendo un gioco multipiattaforma realizzato per Xbox, PlayStation e PC, potrebbe ricevere un aiuto nel caso in cui Call of Duty diventerà un franchise solo per Xbox. Anche se ciò non dovesse accadere, l'incertezza generale rappresenterà un ulteriore vantaggio per Battlefield, ha affermato Wilson.

"In un mondo in cui ci si può interrogare sul futuro di Call of Duty e sulle piattaforme su cui potrebbe essere presente o meno, essere completamente multipiattaforma con Battlefield credo sia un'opportunità straordinaria", ha dichiarato Wilson (via SeekingAlpha).

Microsoft sta cercando di acquisire Activision Blizzard e tutti i suoi franchise, compreso Call of Duty. Se l'accordo dovesse essere approvato, Microsoft si è impegnata a mantenere Call of Duty su PlayStation - e potenzialmente a portarlo su Nintendo Switch - per gli anni a venire.

Jim Ryan di PlayStation ha dichiarato che Microsoft ha offerto di mantenere Call of Duty su PlayStation per tre anni oltre l'accordo attuale di Sony con Activision, e che questo accordo è "inadeguato".

Da parte sua, Phil Spencer, CEO di Microsoft Gaming, ha dichiarato che l'offerta di Microsoft di mantenere Call of Duty su PlayStation per un periodo di tre anni va "ben oltre gli accordi tipici dell'industria". Ha aggiunto che le versioni di Call of Duty per PlayStation avranno "parità di funzionalità e contenuti" con le versioni Xbox.

Tuttavia, bisognerà capire se la serie Call of Duty rimarrà o meno su PlayStation. Un'altra incertezza è se Call of Duty continuerà a uscire su base annuale.

Nel corso dell'evento, Wilson ha parlato anche di come la serie Battlefield sia stata carente con gli ultimi due giochi principali, Battlefield 2042 e Battlefield V. "Non credo che le ultime due iterazioni di [Battlefield] siano state realizzate nel modo in cui avremmo dovuto", ha ammesso Wilson.

Il dirigente ha detto che c'è "molto lavoro" che EA deve fare per riportare il franchise di Battlefield al suo antico splendore. In definitiva, Wilson ha affermato di ritenere che il franchise di Battlefield sia "straordinario" e che, nonostante alcuni recenti passi falsi, "la grande proprietà intellettuale resiste".

Per fare un esempio, Wilson ha detto che la serie di film di Star Wars non ha sempre avuto risultati eccezionali, ma che il franchise nel suo complesso può reinventarsi e crescere nel tempo con il giusto team creativo al suo posto. Per quanto riguarda Battlefield, Wilson ha affermato di ritenere che i team giusti siano ora al loro posto per realizzare "ambizioni incredibili" per il futuro del franchise.

EA ha in cantiere diverse nuove "esperienze" di Battlefield, tra cui un progetto narrativo di Ridgeline Games del co-creatore di Halo Marcus Lehto e un nuovo progetto dello sviluppatore di Battlefield Portal, Ripple Effect. DICE continuerà a lavorare sul multiplayer di Battlefield e un altro veterano di Halo, Alex Seropian, sta sviluppando Battlefield Mobile attraverso il suo studio Industrial Toys.

Fonte: Gamespot.

A proposito dell'autore

Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti