Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Niantic è 'solo' Pokémon GO? Parecchi licenziamenti e Transformers Heavy Metal e altri tre progetti cancellati

Niantic faticherebbe ad andare oltre Pokémon GO.

Sembra che Niantic stia facendo i conti con il fatto che nulla sarà più grande di Pokémon Go. Questo significa una serie di progetti cancellati e, molto peggio, licenziamenti.

Secondo un nuovo report di Bloomberg, l'amministratore delegato di Niantic John Hanke ha informato l'azienda che l'8% del personale è stato licenziato - quindi circa 85-90 persone - poiché l'azienda si trova ad affrontare "un periodo di turbolenza economica" durante il quale ha "ridotto i costi in una varietà di aree".

Inoltre, sono stati cancellati quattro progetti. Uno di questi è Transformers: Heavy Metal. Gli altri sono Punchdrunk, Blue Sky e Snowball.

Niantic esiste dal 2010 ed è diventato famoso per Ingress. Ma la vera fama è arrivata con Pokémon Go, che si è rivelato un fattore di guadagno costante per l'azienda dal suo lancio nel 2016. Secondo le ultime stime di Sensor Tower, il gioco ha generato 6 miliardi di dollari, con una media di 1 miliardo di dollari di ricavi all'anno.

Ma gli altri giochi non hanno raggiunto lo stesso livello di successo. Nonostante un mese di lancio abbastanza solido, con oltre 12 milioni di dollari di spesa globale dei giocatori, Harry Potter: Wizards Unite è rimasto molto indietro rispetto ai 300 milioni di dollari del lancio di Pokémon Go e ha chiuso i battenti quest'anno. Pikmin Bloom ha fatto ancora peggio, raggiungendo solo 5 milioni di dollari di entrate globali dal suo lancio l'anno scorso.

Il mancato successo per entrambi i giochi potrebbe sembrare scioccante, viste l'IP coinvolte e il successo di Pokémon Go, ma la verità è che nessun altro gioco basato sulla localizzazione è riuscito a catturare lo stesso livello di attenzione. Minecraft Earth, per esempio, ha chiuso i battenti l'anno scorso in seguito alle difficoltà di mantenere un gioco basato sulla localizzazione in mezzo alla pandemia di COVID-19. E i concorrenti più vicini a Pokémon Go, Dragon Quest Walk e Jurassic World Alive, insieme non sono riusciti a guadagnare nemmeno la metà di quanto ha fatto Pokemon Go nel primo trimestre di quest'anno.

"Abbiamo recentemente deciso di interrompere la produzione di alcuni progetti e di ridurre la nostra forza lavoro di circa l'8% per concentrarci sulle nostre priorità chiave", ha dichiarato un portavoce di Niantic a Bloomberg. "Siamo grati per il contributo di coloro che lasciano Niantic e li stiamo sostenendo in questa difficile transizione".

Con Pokémon Go ancora stabile, sembra improbabile che Niantic nel suo complesso sia in pericolo.

Fonte: IGN.

A proposito dell'autore

Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti

More News

Ultimi Articoli