Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Nintendo ai fan: 'è realisticamente impossibile creare tutti i sequel richiesti'

Parla il presidente di Nintendo, Shuntaro Furukawa.

Il presidente di Nintendo ha dichiarato che è difficile per l'azienda creare nuovi titoli per tutte le sue serie di giochi più apprezzate.

L'azienda giapponese possiede una delle più ricche librerie di IP dell'industria dei giochi, che comprende titoli del calibro di Super Mario, The Legend of Zelda, Animal Crossing e Mario Kart.

Tuttavia, durante l'assemblea generale annuale di martedì, un azionista ha chiesto a Shuntaro Furukawa se avrebbe preso in considerazione la realizzazione di nuovi titoli o remake delle sue numerose serie inattive, come F-Zero o Wario Land.

Il presidente della società ha risposto affermando che Nintendo non può realisticamente creare sequel per tutte le serie che i fan desiderano vedere.

"È realisticamente difficile sviluppare nuovi titoli e remake, inclusi i sequel, per ogni gioco Nintendo richiesto dai fan, ma siamo molto grati e apprezziamo le aspettative che i nostri fan nutrono nei confronti dei nostri giochi", ha dichiarato Furukawa.

Anche Shinya Takahashi, Senior Managing Executive Officer, ha risposto alla domanda e ha fatto l'esempio di come in passato Nintendo abbia ricevuto richieste di remake che segretamente aveva già in fase di sviluppo.

"Stiamo sempre valutando come sviluppare nuovi titoli e remake che possano essere apprezzati da molti giocatori", ha dichiarato.

Un remaster che, secondo quanto riferito da Nintendo, è in fase di sviluppo è quello di Metroid Prime, che dovrebbe arrivare su Nintendo Switch nel corso dell'anno in concomitanza con il suo 20° anniversario.

Fonte: VGC.

Taggato come

A proposito dell'autore

Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti