Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

PlayStation contro Activision! Il boss Jim Ryan 'profondamente preoccupato' dopo le accuse a Bobby Kotick

Jim Ryan di PlayStation scrive una e-mail ai dipendenti.

Secondo quanto riferito, il boss di PlayStation, Jim Ryan, ha scritto un'e-mail ai dipendenti dell'azienda criticando la risposta di Bobby Kotick alle accuse di molestie sessuali e abusi presso Activision Blizzard, affermando di aver contattato Activision per esprimere "profonda preoccupazione" per le notizie recenti.

Secondo Jason Schreier di Bloomberg, Ryan ha condiviso l'e-mail ieri a seguito del recente report del Wall Street Journal che affermava che il CEO di Activision Blizzard, Bobby Kotick, era a conoscenza di presunti casi di violenza sessuale e molestie all'interno della sua azienda da anni, ma non è riuscito ad agire completamente contro di loro.

Nell'e-mail, vista da Bloomberg, si dice che Ryan si sia collegato al report del Wall Street Journal, dicendo allo staff di PlayStation che sia lui che la sua leadership sono "scoraggiati e francamente sbalorditi nel leggere" che Activision "non ha fatto abbastanza per affrontare discriminazione e molestie".

Bloomberg afferma che Ryan ha informato i dipendenti che PlayStation ha contattato Activision "subito dopo la pubblicazione dell'articolo" per "esprimere la nostra profonda preoccupazione e chiedere come intendono affrontare le affermazioni fatte nell'articolo".

Activision si è immediatamente messa sulla difensiva in risposta al report del Wall Street Journal, definendolo "una visione fuorviante dell'azienda e del nostro CEO", e insistendo che l'articolo "ignora importanti cambiamenti in corso per rendere questo luogo di lavoro il più accogliente e inclusivo del settore". In una dichiarazione separata, il consiglio di amministrazione di Activision Blizzard si è radunato attorno a Kotick, affermando di "rimanere fiducioso" nella "leadership, impegno e capacità" del CEO.

L'ABK Workers Alliance aveva chiesto in precedenza la sostituzione di Bobby Kotick come CEO. Inoltre, 150 dipendenti di Activision hanno organizzato uno sciopero nel campus dell'azienda in California, mentre una protesta più piccola si è tenuta presso l'ufficio QA di Blizzard in Minnesota, e altri ancora si sono uniti a distanza, interrompendo il lavoro altrove.

Fonte: Eurogamer.net.

A proposito dell'autore
Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti