Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

PUBG viene copiato 'spudoratamente'. Partono denunce ad Apple, Google e non solo

Tra violazioni di copyright e richieste di rimozione, lo sviluppatore di PUBG ha deciso di denunciare.

In un contesto in cui PlayerUnknown's Battlegrounds diventa ufficialmente free-to-play, il suo stesso sviluppatore Krafton ha cominciato ad inviare quattro denunce formali: allo sviluppatore Garena, ad Apple e Google, e alla casa di produzione di un film cinese intitolato "Biubiubiu".

La denuncia verso Garena sta in quella che Krafton definisce una copia spudorata di PUBG di due giochi per mobile, Free Fire e Free Fire Max (descritti come "Shooter survival definitivo disponibile su Mobile", che già nel concept sono dichiaratamente Battle Royale, in quanto pongono 50 giocatori l'uno contro l'altro o in squadre di quattro dopo essersi paracadutati su un'isola in cui una "safe zone" si restringe sempre di più finché non resta un solo superstite), accusati di riprodurre volontariamente e contro le leggi del copyright molti aspetti su cui PUBG basa il suo successo, alcuni più significativi come "la caratteristica introduzione con la funzione di air drop, protetta da copyright", altri molto più labili come la selezione di armi, armature e lo schema di colori del gioco, e altri semplicemente ricopiati pedissequamente, ad esempio la padella utilizzata sia come arma che come armatura indistruttibile.

Convinta che Garena abbia guadagnato "centinaia di milioni di dollari", Krafton ha prima chiesto alla diretta interessata di rimuovere i giochi delle piattaforme, richiesta che si è vista negata, dopodiché ha rivolto la denuncia ad Apple e Google, colpevoli di aver permesso nei rispettivi store la messa in commercio in pieno contrasto con effrazioni di copyright di prodotti simili. In particolare, Krafton ha anche chiesto a Google di rimuovere i filmati di gameplay presenti su Youtube, ma non c'è ancora stata soluzione.

Il film live-action cinese Biubiubiu invece è accusato diessere "niente più di una drammatizzazione di Battlegrounds che ne viola i diritti". L'intero film e i suoi trailer dovrebbero essere rimossi da Youtube secondo Krafton, ma anche qui Google non ha rimosso nulla.

Fonte: IGN

Commenti

More News

Ultimi Articoli