Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Microsoft e Activision Blizzard l'accordo ha il sostegno del più grande sindacato americano

Una lettera alla Federal Trade Commission.

Dopo aver raggiunto un accordo sulla neutralità del lavoro con Microsoft lo scorso giugno, i Communications Workers of America hanno inviato una lettera alla Federal Trade Commission a sostegno dell’acquisizione da parte di Microsoft di Activision Blizzard per un totale 68,7 miliardi di dollari.

Il sindacato e Microsoft hanno annunciato l’accordo che entrerà in vigore 60 giorni dopo il perfezionamento dell’acquisto fra i due giganti del mondo videoludico. Il contratto prevede che Microsoft resterà “neutrale” nel caso in cui i dipendenti vogliano formare un sindacato dopo l’acquisizione e che i dipendenti stessi saranno in grado di esercitare facilmente il loro diritto di comunicare con altri dipendenti e rappresentanti sindacali sull’appartenenza al sindacato stesso, senza che questo però vada ad ostacolare le attività quotidiane. Inoltre il sindacato e l’azienda hanno stabilito di lavorare insieme per raggiungere presto un accordo in caso di conflitto e di cercare un processo rapido di arbitrato se le divergenze non potranno essere risolte.

Questo tipo di accordi sono molto lontani per noi italiani, che diamo per scontato che le unioni sindacali possano accedere in ogni perimetro aziendale e i lavoratori unirsi ad essi senza doversi giustificare con l’azienda. In USA le cose funzionano diversamente, e molto spesso i lavoratori devono indicare esplicitamente all’azienda a quale sindacato vogliano appartenere e l’azienda deve consetire che questo accada.

Fonte: Hollywoodreporter

Commenti