Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Splinter Cell Remake aggiornerà la storia del gioco 'per un pubblico moderno'

Ubisoft sta reclutando uno sceneggiatore per il remake di Splinter Cell.

Il prossimo remake di Splinter Cell includerà una storia riscritta per attirare una nuova generazione di giocatori.

Come riportato da PSU, lo sviluppatore Ubisoft Toronto sta attualmente cercando di reclutare uno sceneggiatore per aggiornare la storia del gioco originale "per un pubblico moderno".

Ubisoft ha confermato ufficialmente lo scorso dicembre di essere al lavoro su un remake di Splinter Cell, il gioco d'azione stealth uscito per la prima volta nel 2002 come esclusiva Xbox.

Il gioco è stato ricostruito con il motore Snowdrop - che alimenta anche The Division e viene utilizzato per Avatar: Frontiers of Pandora e per il prossimo Star Wars di Ubisoft - "per offrire immagini e gameplay di nuova generazione, nonché l'illuminazione dinamica e le ombre per cui la serie è nota".

La storia di Splinter Cell è incentrata sul protagonista Sam Fisher, un agente delle black ops del braccio segreto dell'Agenzia di Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti, Third Echelon.

Il lavoro sotto copertura di Fisher lo vede incaricato di aiutare a mantenere l'ordine mondiale mentre il terrorismo informatico e le tensioni internazionali minacciano di esplodere in una nuova guerra mondiale.

"Utilizzando il primo gioco Splinter Cell come base, stiamo riscrivendo e aggiornando la storia per un pubblico moderno", si legge nell'annuncio di lavoro per sceneggiatori.

"Vogliamo mantenere lo spirito e i temi del gioco originale, esplorando al contempo i nostri personaggi e il mondo per renderli più autentici e credibili".

"Come sceneggiatore presso Ubisoft Toronto, ti unirai al team narrativo e contribuirai a creare un'esperienza narrativa coesa e avvincente per un nuovo pubblico di fan di Splinter Cell".

Lo scorso ottobre è stato rivelato che Ubisoft ha dato il via libera a quello che sarà il suo primo gioco principale di Splinter Cell in un decennio.

Fonti dello sviluppo hanno detto che il titolo è stato messo in produzione come mezzo per riconquistare i fan frustrati dai recenti sforzi per far rivivere il franchise negli spazi mobile e VR.

In seguito al report, è stato affermato che Ubisoft potrebbe ispirarsi al franchise Hitman di IO Interactive per il suo prossimo Splinter Cell.

"Anche se siamo ancora nelle primissime fasi di sviluppo, stiamo cercando di assicurarci che lo spirito dei primi giochi rimanga intatto", ha dichiarato il produttore Matt West all'annuncio del gioco.

"Quindi, mentre lo stiamo costruendo da zero, lo aggiorneremo dal punto di vista visivo, così come alcuni elementi di design per adattarlo al comfort e alle aspettative dei giocatori, e lo manterremo lineare come i giochi originali, senza renderlo open world".

"Una delle cose che, dal mio punto di vista, è davvero entusiasmante di questo progetto, è che gli ultimi due giochi a cui tutti noi abbiamo lavorato sono stati mondi davvero grandi. Ciò significa che l'economia delle decisioni è molto dispersa, mentre ciò che amo di una mappa di Splinter Cell è che ogni centimetro quadrato rappresenta un'intenzionalità". "Ogni centimetro quadrato fa parte di una scelta, o offre direttamente una scelta, o ha una ramificazione diretta. Questa densità di gioco è in primo piano in Splinter Cell e sarà molto, molto importante per noi. L'esperienza di gioco a cui puntiamo è direttamente legata a ciò che vogliamo che i giocatori provino, per catturare l'essenza di quando tutti noi giocavamo ai giochi originali".

Fonte: VGC.

A proposito dell'autore

Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti