Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Starfield ha già un gruppo di modder pronto a sistemare gli inevitabili bug

La Starfield Community Patch sta già gettando le basi per lavorare a Starfield.

La Starfield Community Patch è un gruppo di lavoro che spera di risolvere gli inevitabili bug di Starfield, e gli autori di mod che ne fanno parte stanno già gettando le basi per lavorare alla prossima epopea open-world di Bethesda.

GamesRadar ha parlato con i membri di SCP per saperne di più sui piani del gruppo, in particolare su come ci si prepara a moddare un gioco che non è ancora uscito e utilizza un nuovo motore. In questa fase, il gruppo si sta concentrando sulla prevenzione di eventuali ostacoli che potrebbero rallentare lo sviluppo delle mod una volta che il gioco sarà effettivamente uscito, ma sono in lavorazione anche strumenti di prova.

"Se si guarda ad altri grandi progetti di modding esistenti oggi, si scopre che molti di essi hanno sofferto di problemi di crescita a un certo punto dello sviluppo", spiega SCP a GamesRadar. "Questi problemi spesso derivano da questioni legate alla proprietà, ai diritti d'autore, alla visione, ecc. Per questo motivo riteniamo prezioso utilizzare il tempo che precede l'uscita del gioco per definire questi dettagli, in modo che chiunque scelga di contribuire al progetto sia consapevole di come funziona il tutto, di cosa ci si aspetta e di come verrà condiviso il proprio contributo."

L'obiettivo del gruppo è quello di creare un team di base, "ma questo team non è fisso in quanto i modder possono andare e venire quando il loro interesse per il progetto diminuisce o non hanno più il tempo libero per contribuire". Il progetto più ampio, come suggerisce il nome, sarà uno sforzo della community supportato da Nexus Mods e costruito su un mix di ciò che i modder principali trovano e ciò che i giocatori segnalano, compresi i feedback inviati attraverso il Discord di SCP, il wiki e il forum.

"Tradizionalmente, Bethesda evolve i sistemi che compongono il suo motore nel corso del tempo, invece di sostituirli con ogni nuovo gioco", sottolinea SCP. "Anche se il Creation Engine 2 di [Starfield] sembra essere un aggiornamento significativo, non c'è motivo di pensare che questa tendenza non continui: nei dati di gioco di Skyrim si possono ancora trovare resti di Gamebryo Engine usato per Morrowind. Se siete attenti, potete notare alcuni frammenti del Software Development Kit che gli sviluppatori stanno usando nei vari trailer di Starfield, che assomiglia molto allo strumento Creation Kit già esistente per Fallout 4 e Skyrim".

SCP sta anche lavorando con i team dietro a librerie di mod come Wabbajack e Mutagen nella speranza di "migliorare drasticamente il lavoro di collaborazione sui giochi del Creation Engine". L'azienda ha anche contattato direttamente Bethesda alla ricerca di "qualsiasi dettaglio sul motore o sul gioco" per farsi strada, anche se non sembra che queste richieste abbiano ancora prodotto risultati.

È quasi scontato che Starfield sarà lanciato con dei bug e sicuramente è quasi impossibile creare una galassia di oltre 1.000 pianeti senza di essi. Le dimensioni di Starfield fanno sì che i bug sfuggano alla produzione, sia perché non verranno scoperti prima che milioni di giocatori giochino al gioco, sia perché semplicemente non ci sarà il tempo di sistemare tutto prima del lancio. È qui che SCP spera di aiutare i giocatori che potrebbero trovare la loro esperienza ostacolata o del tutto bloccata da problemi tecnici.

"La cosa da tenere a mente è che una Community Patch come questa non esiste necessariamente perché il gioco è pessimo", dice il gruppo, "spesso ci sono piccoli problemi che non pregiudicano l'esperienza complessiva, ma che sono considerati bug. È comprensibile che Bethesda non abbia il tempo di risolvere ogni singolo problema".

"Siamo fiduciosi che la build di Starfield sarà un gioco solido e completamente giocabile al lancio. Anche se ci saranno sempre alcune asperità da smussare... La nostra speranza è che Starfield sia rivoluzionario come lo fu Oblivion ai tempi".

Fonte: Gamesradar.

A proposito dell'autore

Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti

More News

Ultimi Articoli