Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Call of Duty: il doppiatore di Ghost nella bufera per commenti misogini e Activision taglia tutti i rapporti

'Nel 2021 non c'è posto per la misoginia'.

Activision ha tagliato i rapporti con il doppiatore di Ghost di COD, Jeff Leach, in seguito alla diffusione di un video che raccoglie alcuni suoi commenti misogini.

Il video - che è stato condiviso online da streamer che rispondono alle dichiarazioni dispregiative di Leach - è descritto come contenente sessismo e mostra Leach che usa un linguaggio sessualmente esplicito e aggressivo, oltre a insulti personali.

"Nel 2021, non c'è posto per la misoginia", afferma una didascalia nel video. "Eppure le giocatrici subiscono regolarmente abusi sessisti".

Secondo CharlieIntel (via Resetera), Activision ha ora interrotto i suoi legami con Leach. In una dichiarazione, la società ha detto: "il sessismo non ha posto nel nostro settore, nei nostri giochi o nella società. Activision non lavora più con Jeff Leach".

"Condanniamo fermamente queste osservazioni. Ci impegniamo a offrire un'esperienza divertente e sicura per tutti i giocatori".

Lo stesso Leach ha risposto al video definendolo un "assassinio mirato" e quando è stato interrogato sul suo comportamento, ha detto di "aver preso in giro un troll odioso e tossico che è entrato nella mia chat per attaccare me e la mia community".

Affermando che "lo stesso vale per gli uomini che pensano che il troll su Internet e il comportamento tossico siano intelligenti", Leach ha aggiunto che "chiunque mandi messaggi minacciosi non è rappresentativo di me o della mia community e non lo perdono in alcun modo".

Fonte: Eurogamer.net.

A proposito dell'autore

Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti

More News

Ultimi Articoli