Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Capcom Vancouver chiude i battenti: è la fine per lo studio di Dead Rising

Capcom ufficializza la chiusura.

Capcom ha confermato a GamesIndustry.biz che sta chiudendo Capcom Vancouver. In precedenza, avevamo appreso che i progetti dello studio erano stati interrotti, ora arriva l'ufficialità della chiusura e un commento di un rappresentante dell'azienda.

"Capcom sta attualmente rivedendo la distribuzione delle sue risorse di sviluppo che supportano la produzione di contenuti di livello mondiale. Capcom si è concentrata sull'aumento dell'efficienza e sulla crescita delle sue operazioni nello sviluppo di giochi. Per sostenere questo obiettivo, sono state avviate nuove strutture di ricerca e sviluppo e assunzioni annuali presso la sede di Osaka. In considerazione di questo processo, in seguito alla revisione dei titoli in sviluppo presso Capcom Vancouver, Capcom ha deciso di annullare i progetti in lavorazione di questo studio e concentrerà lo sviluppo di titoli importanti in Giappone".

"Come parte di questa direzione generale, lo studio CV sospenderà le operazioni, il personale attuale verrà licenziato e l'ufficio sarà chiuso."

"La chiusura riguarderà 158 dipendenti. Si prevede che un piccolo team rimarrà a bordo fino a gennaio per gestire la logistica della chiusura dello studio".

"Apprezziamo il duro lavoro e il contributo di tutti i membri del team dello studio nel creare esperienze di gioco indimenticabili per la serie Dead Rising e Puzzle Fighter", ha detto il rappresentante.

Che ne pensate?

Taggato come

A proposito dell'autore

Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti