Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Dying Light 2 nei guai? Rumor di grosse difficoltà nello sviluppo. Techland nega l'acquisizione da parte di Microsoft

AGGIORNAMENTO: la senior PR manager dello studio smentisce le recenti indiscrezioni.

AGGIORNAMENTO:

Dopo le voci che volevano uno sviluppo molto problematico per Dying Light 2, lo studio è intervenuto per voce della senior PR manager, Ola Sondej.

Ola Sondej ha screditato la traduzione dal polacco del report di Polski Gamedev. È "totalmente inaccurato", ha detto, e "lo sviluppo di Dying Light 2 continua ad andare avanti, il gioco è in buone condizioni (e in buone mani), quindi non preoccupatevi".

NEWS ORIGINALE:

Dying Light 2 è un progetto molto eccitante ma anche molto preoccupante. Quanto visto fino ad ora era incredibilmente promettente, eppure il gioco è stato rinviato più volte ed è attualmente privo di una data di uscita. Questo farebbe pensare che stia succedendo qualcosa dietro le quinte.

Secondo PolskiGamedev.pl, che in passato è stata una fonte affidabile di informazioni per quanto riguarda la scena polacca, lo sviluppo di Dying Light 2 sarebbe attualmente un "totale disordine". Secondo un anonimo sviluppatore di Techland, la trama e la meccanica di gioco sono continuamente in cambiamento, e questo ha ostacolato molto i progressi.

"Dying Light 2 è un disastro totale, prima ci siamo concentrati sulla storia, poi ci siamo concentrati sul gameplay ... le meccaniche di gioco cambiano in continuazione. Il morale è sempre basso, la leadership non ha idea di cosa stiano facendo. La disorganizzazione ai massimi livelli è imbarazzante. Non sappiamo come dovrebbe essere questo gioco. Altri [studi], un anno prima della premiere, si preoccupano della correzione di bug...".

Apparentemente, quello che ha afflitto maggiormente lo sviluppo di Dying Light 2 è il conflitto tra lo sceneggiatore Chris Avellone e il direttore creativo Adrian Ciszewski. A quanto pare, Avellone vorrebbe creare una storia complicata, stratificata in stile RPG, ma ciò non coincide con il tipo di gioco che Techland vuole fare. Raggiunto per un commento, Avellone ha minimizzato qualsiasi conflitto.

"Mi piace lavorare su Dying Light 2 e mi piace lavorare con Techland. Naturalmente, abbiamo discusso dei singoli elementi del progetto e ovviamente è cambiato durante le successive iterazioni ... ma questa è una parte normale del processo di creazione".

Detto questo, il costante armeggiare con il gioco di Ciszewski avrebbe costretto gli sviluppatori a molto lavoro extra, con molti dipendenti che hanno dovuto lavorare dalle 9 alle 22.

"Il nostro creative lead [Ciszewski] ha coniato la filosofia "design attraverso iterazione". Ogni volta che prendeva una "decisione finale", cambiava idea. Le persone hanno lavorato duramente pensando di aver quasi finito, ma non riescono mai a raggiungere il traguardo".

Il crunch per Dying Light 2 sta avendo un effetto negativo su Techland come studio, poiché hanno perso circa 50 dipendenti nell'ultimo anno (un duro colpo per uno studio di 300 persone). Tra le illustri partenze, c'è quella di Pawel Rohleder, ex head of technology di Techland, che era in gran parte responsabile dell'imponente Chrome engine dell'azienda. Secondo PolskiGamedev.pl, ci sarebbe in corso anche un'acquisizione da parte di Microsoft.

Tuttavia, questa acquisizione è stata smentita da un rappresentante di Techland.

Quanto riportato sono indiscrezioni, quindi bisognerà attendere notizie ufficiali per capire realmente lo stato dello sviluppo di Dying Light 2.

Che ne pensate?

Fonte: Wccftech.

A proposito dell'autore

Avatar di Matteo Zibbo

Matteo Zibbo

Contributor

Appassionato di videogiochi e musica (quella più rumorosa e veloce possibile), ha un'insana passione per i GdR occidentali che gli sta condizionando l'esistenza.

Commenti