Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Ghost of Tsushima e le ricerche sui film di samurai per ricreare la 'Kurosawa Mode'

Un vero lavoro di perfezione.

Ghost of Tsushima, il titolo di Sucker Punch in arrivo tra pochi giorni su PlayStation 4, si svolge centinaia di anni prima del periodo Sengoku presente in film classici come "I Sette Samurai". Tuttavia ciò non ha frenato il team di Sucker Punch di creare un tributo per il famoso regista Akira Kurosawa nel gioco.

"Abbiamo questo fantastico gioco che trasporta le persone nel Giappone feudale e Akira Kurosawa è stato una delle nostre guide di riferimento, soprattutto all'inizio del progetto" ha dichiarato il co-creative director Nate Fox durante un'intervista. Da qui è nata la "Kurosawa Mode" che è molto più di un semplice filtro visivo in bianco e nero.

Secondo Fox, il team dietro il gioco ha studiato il lavoro di Kurosawa per determinare la corretta classificazione del bilanciamento tra bianchi e neri in modo da rappresentarle all'interno del gioco. "Quanto erano profondi i neri? Quanto erano luminosi i bianchi?", ha dichiarato Fox, suggerendo inoltre che Sucker Punch ha anche esagerato gli effetti del vento nel titolo e ha giocato con l'audio per ottenere un aspetto più cinematografico.

Un lavoro di fino quello di Sucker Punch che sicuramente proietterà i fan proprio all'interno degli iconici film sui Samurai. Vi ricordiamo che Ghost of Tsushima sarà disponibile il 17 luglio in esclusiva su PlayStation 4.

Fonte: GameSpot

Commenti