Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Halo Wars era "un modo per prostituire il franchise"

Ensemble svela i rapporti non proprio idilliaci con Bungie.

Uno dei fondatori di Ensemble Studios, software house ora defunta nota per la serie Age of Empires e Halo Wars, ha confessato che Bungie non vedeva di buon occhio l'idea di un RTS nell'universo di Halo.

In un'intervista rilasciata a GamesIndustry International, Tony Goodman ha descritto Halo Wars come un prodotto "fantastico" ma "poco riconosciuto".

"Bungie non ha mai gradito la cosa, anzi era abbastanza irritata. Pensavano che quello fosse un modo per 'prostituire il franchise' o qualcosa del genere. Questo ha contribuito a non creare una grande relazione tra noi e Bungie; ci vedevano come quelli che avrebbero violato il loro franchise".

Non che con Microsoft le cose andassero meglio:

"Microsoft non voleva correre rischi e diceva: 'non sappiamo se vogliamo rischiare creando giochi di strategia su console, staremmo meglio se il vostro nuovo titolo rientrasse nella serie Halo'. La parte difficile è stata riprendere un gioco che già esisteva e tenerlo ancora un anno in sviluppo, e penso che non ne sia uscito come volevamo".

A proposito dell'autore
Avatar di Paolo Sirio

Paolo Sirio

Contributor

Boxaro ma non troppo, sonaro a tratti con un occhio di riguardo per Nintendo, comprende ben presto che il mestiere del giornalista, filtrato per la passione dei videogiochi, ha tutto un altro sapore.

Commenti