Se clicchi sul link ed completi l'acquisto potremmo ricevere una commissione. Leggi la nostra policy editoriale.

Hideo Kojima ha nascosto una ROM incompleta in Metal Gear Solid V

Alcuni dati possono essere trasformati in Portopia Serial Murder Case.

A quanto pare Hideo Kojima avrebbe nascosto parti di una ROM all'interno di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain e del suo predecessore, Ground Zeroes.

La vicenda non è semplice. Degli utenti di Reddit hanno trovato dei dati all'interno dei due titoli che possono essere ricostruiti nella ROM di Portopia Serial Murder Case, uno dei titoli che ha spinto il game director Hideo Kojima ad entrare nell'industria del videogame.

Sembra che per funzionare la ROM abbia comunque bisogno di valori aggiuntivi nascosti nel colore dell'effetto lens flare visibile in MGS V: The Phantom Pain. L'effetto è quello visibile, ad esempio, quando Snake usa l'iDroid per iniziare una missione principale ed include dei trattini leggermente colorate sullo schermo.

La ROM è in giapponese e perciò dovrà essere tradotta. Gli utenti che hanno effettuato la scoperta sperano che questo segreto porti a scoprire di più sull'ultima fatica di Kojima, e s'ipotizza che la terza parte di questa ROM verrà inclusa in Metal Gear Online.

Qui di seguito trovate degli screenshot della ROM: che ne pensate?

Fonte: Gamepur

A proposito dell'autore

Avatar di Alex Franchini

Alex Franchini

Contributor

La sua passione per i videogiochi e la musica risale all'infanzia. PCista ma non di parte, approfitta di ogni occasione per fare paragoni con Dark Souls. Lo si può occasionalmente trovare alla guida di auto da corsa virtuali con risultati imbarazzanti.

Commenti

More News

Ultimi Articoli